maialino.it

 

Libri Cinema Gossip Animali Cartoni Foto Musica Home

anni 60

La mitica 500

maialino.musica

Gli Anni 60  -  I Vostri Ricordi

Scrivici i tuoi Ricordi     -      Ritorna agli anni 60

 Testi Anni 60               -        Sono Stato Un Hippy

(brenno.birra@bluewin.ch) on Thursday, November 26, 2009 at 21:22:13
---------------------------------------------------------------------------

nome: ale96

oggetto: w elvis

testo: ciao!!!
mi chiamo alexa!ho solo tredici anni ma amo da morire elvis presley!!!è un mito
ho incominciato ad ascoltarlo da quando avevo tre anni quando alla radio ho sentito una canzone e da li ogni piccolissima cosa di elvis non mi è più potuta sfuggire!!!
purtroppo conosco solamente una persona a cui piace elvis!!!ma penso che in giro ce ne siano delle altre!!!so a memoria tutte le sue canzoni:le canto e le suono con la chitarra!!!quindi fan da tutto il mondo se ci siete fatevi sentire!!!

submit:      Invia    

---------------------------------------------------------------------------

(rav_4@hotmail.it) on Saturday, October 10, 2009 at 19:19:10
---------------------------------------------------------------------------

citta: Faenza

nome: Mercatali Tiziano

oggetto: Mettermi in contatto con Minuetta di Parma

testo: Ho la presunzione di voler scrivere una storia su gli anni 70 e quando ho letto che eri all'isola di Wight mi sono emozionato,perché la mia storia mi porta proprio lì,mi piacerebbe avere notizie di come è stato,delle sensazioni che hai provato e di quello che ti è rimasto nel cuore.Spero di ricevere presto tue notizie.La mia iMail è
rav_4@hotmail.it

submit:      Invia    

---------------------------------------------------------------------------
on Tuesday, July 8, 2008 at 19:03:36
---------------------------------------------------------------------------

citta: cesano boscone

nome: marco

oggetto: anni 60

testo: Ho letto oggi la cronaca degli anni 60..
è bellissima complimenti all' autore sei un grande !!!...anche per i video azzeccati...
continua cosi.....

submit:      Invia    

---------------------------------------------------------------------------
on Thursday, May 10, 2007 at 18:44:47
---------------------------------------------------------------------------

citta: Faenza

nome: Tiziano

oggetto: Correzione partecipanti Woodstock

testo: Non mi risulta che Jhon Lennon sia mai salito sul palco di Woodstock.Come viene elencato tra i partecipanti a Woodstock nell'anno 1969.Forse è stato scambiato con Jhon B.Sebastian?

submit:      Invia    

---------------------------------------------------------------------------
(varxoz@jumpy.it) on Tuesday, April 24, 2007 at 02:50:11
---------------------------------------------------------------------------

citta: Milano

nome: Giorgio

oggetto: Cerco strumentisti/cantanti per beat anni '60

testo: ee Gees, Eric Burdon & Animals, Hollies, Kinks, Moody Blues, Procol Harum, Small Faces, Spencer Davis Group, Troggs, Who, Beach Boys, Box Tops, Byrds, Lovin' Spoonful, Mamas & Papas, Monkees, Turtles, Easybeats, Equipe 84, Rokes, New Trolls ...
Credo di essere rimasto l' UNICO chitarrista/cantante 50enne a MILANO che continua ad amare perdutamente quella musica e che sarebbe disposto a "quasi" tutto pur di poterla riproporre
fedelmente. Sarei felice di essere smentito da altri strumentisti di livello dignitoso (per il genere non occorrono virtuosi), ma soprattutto predisposti al canto corale per poter riprodurre le polifonie vocali tipiche di quel genere.

Giorgio

submit:      Invia    

---------------------------------------------------------------------------
on Tuesday, November 21, 2006 at 03:42:20
---------------------------------------------------------------------------

citta: Catania

nome: Maurizio

oggetto: Quelli erano anni..

testo: ...io di anni invece ne ho 26. Sono nato nell'80 e non capisco ancora se faccio parte dell'ultima generazione di chi "crede di credere" ancora in qualcosa, o della prima tra le generazioni più vuote di cui abbia mai sentito parlare. Resto convinto che a nascere 25/30 prima non mi sarei offeso... comunque, complimenti per il sito e soprattutto per il modo e l'accuratezza nel raccontare quegli anni. Pure emozioni. Geniale...

submit:      Invia    

---------------------------------------------------------------------------
(lamiaprimaluna@email.it) on Saturday, May 20, 2006 at 11:44:31
---------------------------------------------------------------------------

nome: ROBY

oggetto: RICORDO DI UN NONNO FIGLIO DEI FIORI

testo: I MIEI RICORDI AFFIORANO SEMPRE DI QUEI TEMPI MERAVIGLIOSI CHE BENE O MALE SONO RIMASTI IN TESTA E A 45 ANNI HO RICOMINCIATO A VIVERE ANCORA ABBANDONANDO UN LAVORO PROFIQUO E RIMETTENDOMI A VIVERE ALLA GIORNATA.VI DIRO' CHE NON E' CAMBIATO NULLA MI SON TROVATO 2 OCCUPAZIONI CHE FACCIO QUANDO VOGLIO E CHE MI LASCIAMO TUTTA LA GIORNATA PER ESSERE IMMERSO NELLA NATURA.VIVO IN UN PAESINO DI POCHISSIME ANIME TUTTI ANZIANI SU UN COLLE CON VEDUTE FAVOLOSE. NON RIMPIANGO NULLA. OGGI SONO NONNO ANCHE SE MOLTO GIOVANE.....I MIEI FIGLI SONO INSERITI NELLA SOCIETA'-MI RISPETTANO E MI AMANO MOLTO. COSA SI PUO' VOLERE DI PIU'???? A VOLTE PERO' MI SENTO SOLO TUTTI I FRATELLI SONO SPARITI E NON HO PIU' AMICI ANCHE PERCHE' MOLTI NON HANNO ACCETTATO LA MIA SCELTA DI ABBANDONO DI TUUTTO IL MATERIALE CHE AVEVO(MOTORHOME-MACCHINE LUSSUOSE-RISTORANTI-MOTO-ECC....).ORA HO SOLO UNA SCOOTER CHE MI SERVE PER FARE LA SPESA VISTO CHE L'ALIMENTARI PIU' VICINO E' A 12 KM. E UN FUORSTRADA CHE HA 15 ANNI IND
ISPENSABILE CON LA NEVE.SONO RITORNATO AD ESSERE VEGETARIANO. IL MIO NICK L'HO DERIVATO DA UNA CANZONE DO CLAUDIO ROCCHI CHE ERA IL SOGNO PER MOLTI DI NOI PRIMA CHE CABIASSE ANCHE LUI.MOLTE NE AVREI DA SCIVERE MA SE QUALCUNO MI VUOL SCRIVERE IO CI SONO lamiaprimaluna@email.it CIAO E UN BACIONE A TUTTI  ROBY

submit:      Invia    

---------------------------------------------------------------------------
(maria.toppi@virgilio.it) on Wednesday, March 29, 2006 at 14:22:10
---------------------------------------------------------------------------


citta: Napoli

nome: Maria

oggetto: Aiutami (anni '60)

testo: Volevo farvi una domanda...stò creando per la mia palestra un musical anni '60!!!mi servirebbe un pezzo (da recitare) che introduca quegl'anni....sapreste aiutarmi!?rispondetemi al più presto grazie!!!!ps:cmq molto bello il vostro sito!!!

submit:      Invia    

---------------------------------------------------------------------------
(yrol@hotmail.it) on Tuesday, March 14, 2006 at 15:54:04
---------------------------------------------------------------------------


citta: Padova

nome: Lorenza

oggetto: info

testo: Ciao a tutti.. sono una ragazza di 19 anni.. quest anno mi diplomo al liceo linguistico e come tesina ho deciso di parlare degli anni '60, particolarmente del '68 e delle rivolte studentesche (decisamente meglio dei soliti temi nauseanti e banali)... Per la parte inglese avrei bisogno del vostro aiuto non avendo (purtroppo) vissuto quegli anni... ecco la domanda: In che modo gli Who, i Beatles e i Rolling Stones hanno inciso sul pensiero e sugli ideali dei giovani del '68?... aiutatemi vi prego... avendo letto i vostri ricordi sono sicura darete un ottimo contributo alla mia tesina (che verrà chiaramente valutata alla maturità!!!)- BACI BACI A TUTTI!!!!!!!!!

submit:      Invia    

---------------------------------------------------------------------------
on Sunday, February 19, 2006 at 12:48:42
---------------------------------------------------------------------------


citta: Verona

nome: Sergio

oggetto: I magici anni 60

testo: I   MAGICI   ANNI   60
   E  una strana operazione  quella di scrivere una autobiografia. E   una rivincita sul tempo che distrugge tutte le cose belle e care.  Mi sembra di prendere la Vita e metterla dentro vasi di vetro, affinché non vada perduta. 
   Negli anni 60 lavoravo nella bottega di mio padre ma avevo anche altri compiti. Tutte le mattine andavo a comprare il pane da Federico; tutte le sere andavo a comprare il latte in latteria dove c era Loretta, una ragazza bruna e magra che mi piaceva. E 2 o 3 volte alla settimana andavo a comprare le bottiglie di acqua minerale a s. Zeno, dove c era una signora bionda che chinandosi per mettere le bottiglie nelle sporte di tela, mi mostrava un po  il bel seno.
    All inizio i miei approcci con le donne erano un po  burrascosi perché ero inesperto. Nel 1964 passando in bici per via Tencarol vidi una ragazza che mi piaceva. Restai a guardarla e anche lei mi guardò stando davanti a casa sua. Ripassai altre 3 o 4 volte davanti alla casa della ragazza,  finchè una sera mentre ritornavo notai un uomo che mi seguiva in bici. Per prudenza anziché andare subito a casa mia svoltai per un altra strada. Anche l uomo svoltò. Allora provai ad accelerare e anche l uomo accelerò. Riuscii a seminarlo dopo una corsa di alcuni Km. Non tornai più in via Tencarol.
    Negli anni 60 sono stati prodotti molti film di genere soprannaturale. Sfuggendo ai divieti di genitori preti e insegnanti sono riuscito a vederne molti. I miei attori preferiti erano Vincent Price, Cristofer Lee, Peter Cushing e la divina Barbara Steele. Ho apprezzato <Danza macabra> di Antonio Margheriti, <Il pozzo e il pendolo> di Roger Corman,  <Dracula> di Terence Fisher, <Lo spettro> di Riccardo Freda, eccetera. 
    Nel 1965 molte cose erano cambiate: il vecchio monastero e la torre erano distrutti. Gli essiccatoi in via Canonica stavano per essere trasformati in condomini. Nell ex bosco Cabrini stavano fabbricando la banca e le scuole.
    Nel marzo 1965 ricomprai  ancora libri, sostituii quelli perduti e ripresi la mia attività. Nel gennaio 1965 Vito andò ad abitare nella casa in via 25 Aprile, comprendente il vecchio forno del fu Federico. Con il permesso di Vito, avevo nascosto i libri nel piano superiore delle baracche in fondo al cortile, dietro il forno. Successivamente trasferii i libri dentro un cassetto vuoto per la pasta nel negozio di alimentari sempre di proprietà di Vito. Quella casa era molto pittoresca. Si entrava da un portico, c era un cortile davanti al forno e a destra (sud) una scala con sopra il pergolato e il muro coperto di edera. L ingresso era in cima alla scala. Le domeniche pomeriggio le trascorrevamo a giocare nel forno e negli  stanzoni del magazzino. C era caldo e file di scarafaggi sempre in cammino. In primavera appoggiammo una  lunga scala dietro la finestra del cinema Sociale. Il cinema aveva una finestra sul cortile dietro il forno. Stando sulla scala, a turno o tutti due insieme,
 vedevamo un po  il film. Oppure entravamo da una uscita di sicurezza che in estate era protetta solo da una tenda. Così ho visto <La noia> di Moravia. Nei pomeriggi feriali io e Vito entravamo nel cortiletto pieno di canne di bambù e da lì attraverso una uscita di sicurezza entravamo nel cinema Sociale vuoto.
    Nel gennaio 1965 mi abbonai ai Racconti di Dracula inviando un vaglia all editore ERP di L. 1.500 per 12 numeri. Feci l abbonamento a nome di  Vito che acconsentì a ricevere i libri nella macelleria di suo padre in via Paride 34. Io, nei primi giorni di ogni mese andavo vicino alla porta della macelleria e guardavo Vito che stava alla cassa. Lui mi faceva un cenno con la testa (sì o no). In caso affermativo aspettavo un poco e Vito, senza farsi vedere da suo padre, si accostava alla porta e mi consegnava il libro. Nel 1965 uscirono mensilmente a partire da gennaio, i capolavori: <Terrore al castello> di Max Dave <Il castello delle rose nere> di Frank Graegorius <La prigioniera di roccia> di Morton Sidney  <Il canto degli annegati> di Kevin mc. Hynes. Il febbraio 1965 fu freddissimo. Mia mamma era all ospedale  a Nogara (con mio padre) e io ero solo in casa e  non riuscivo a scaldarmi; di notte gelava la pipì nel vaso. In quel mese rilessi il divino <Sudario nuziale> di Frank Grae
gorius.  
    Nel 1965 Vito si era comprato una chitarra elettrica rossa e si esercitava a suonarla nel negozio di alimentari. Suonava le canzoni dei Beatles e venivano amici per ascoltarlo fra i quali Luigino (1949 1980) grande appassionato di musica beat.  
                           In febbraio 1965 comprai alle bancarelle di Verona uno strano libro: Emilio Rosignoli < Io credo nei vampiri>. Pagai il libro 2.000 lire e lo lasciai là. Andò a prenderlo Vito che andava a scuola a Verona tutti i giorni. Lessi il libro a letto; ma subito dopo mi venne la passione per il poker e lessi libri di poker. Gli amici Vito, Gianfranco e M* mi insegnarono a giocare. Giocavamo tutti i pomeriggi nell osteria Busa, vicino al fiume Menago. Mi stancai dei libri e li diedi tutti a Gianfranco perché li vendesse alle bancarelle di Verona. Poi dividemmo l incasso (500 lire a testa).  Io e Gianfranco   avevamo inventato un codice, un modo di tenere le carte, per comunicarci il punteggio. Giocava chi di noi aveva il punteggio più alto e alla fine andavamo a dividerci l incasso. Nonostante questo trucco perdevamo spesso. Gli avversari erano forti e fortunati: Paolo, Antonio, M* ecc. M* era un perfetto pokerman. Egli < adoperava > la sua faccia bruna per qualsiasi
 genere di bluff, bugia o imbroglio. Più volte, a fine partita, dopo aver sentito il punteggio dell avversario dichiarava freddamente un punteggio più alto e abbassava le carte. L avversario distratto non controllava bene e M* si prendeva il piatto con un punteggio più basso. Una sera di primavera andammo a giocare a poker a casa di Vito in via 25 aprile. Eravamo nella cucina con un unica finestra buia a sud sul muro pieno di edera. Giocavamo bassissimo (solo 5 lire a fiche) ed eravamo tutti amici. C era anche Loretta, la figlia del lattaio, con suo fratello Alcide. Loretta mi piaceva  e io volevo perdere al gioco in suo favore invece vincevo vergognosamente. Un colpo con un full servito scartai 4 carte e feci poker! 
    Giocammo alla Busa fino a maggio perdendo grosse somme. Poi ci stancammo. Io e Gianfranco andammo a fare giri in bicicletta. Vito passò al gioco dei piombini da lanciare sul bersaglio. In quel periodo (1965) vinsi a poker da M* e in pagamento mi feci dare una grammatica inglese e libro di lettura. Così perfezionai l inglese che avevo incominciato a imparare col corso <Metodo natura>. In seguito lessi molte altre grammatiche fatte arrivare da Londra  Longmans,ecc.) poiché questa lingua mi piaceva per la sua grammatica sobria e razionale. A quel tempo avevo deciso di imparare l inglese per poter leggere gli originali dei Racconti di Dracula dei testi italiani esauriti. Allora non sapevo che i testi dei Racconti di Dracula erano scritti da italiani con pseudonimi inglesi e titoli originali falsi. Ciò nonostante  l imparare questa lingua è stato per me la cosa più utile che abbia fatto. L inglese mi ha permesso di leggere  libri eccezionali, di conoscere persone, associazioni.
    Per  alcuni periodi dell anno mi appassionai dei seguenti argomenti: nel 1965 studiai i giochi d azzardo e calcolo delle probabilità. Imparai a giocare la roulette, chemin de fer, baccarà, 30 e 40, blackjack. Nel 1966 studiai le droghe e i loro effetti sul corpo e sulla mente. Nel 1967 circa, studiai la prestidigitazione: lessi Rossetti <Magia delle carte>  <Il trucco c è ma non si vede> e altri. Così finalmente imparai i giochi che vedevo alle sagre. Il gioco delle 3 carte, della catenina, dei bussolotti. Nel 1968 conobbi un tipo alle sagre, un ex mago. Lui e un vecchietto suo socio avevano un banco con roulette e dadi. A volte eseguiva il gioco dei bussolotti con 3 ditali. Io feci amicizia, puntavo con i suoi soldi per attirare i clienti e alla fine mi dava 1000 lire. A volte collaboravo anche con un altro biscazziere, un certo Severino da Castagnaro. 
Nel 1965 io e Vito compravamo riviste erotiche francesi o tedesche di donne nude. Compravamo riviste e foto da  Vasco il quale le comprava da  Giuliano. Noi le guardavamo con grande interesse e poi le rivendevamo ad altri. Una volta io e Vito comprammo per 600 lire da  Vasco un libretto francese con foto in bianco e nero di donne nude, tutte molto eccitanti. Poiché Vito non aveva le 300 lire misi io la sua parte in cambio di una moneta araba. Nascondemmo il libretto in un foro nel muro lungo il fiume Menago, nei campi del Negus. Un giorno il libretto mi cadde in fondo al foro e toccò a Vito recuperarlo. Mostrammo il libretto anche a Gianni. In seguito consegnammo il libretto a Paolo  affichè lo vendesse. Lui lo portò a scuola e un professore lo vide e lo sequestrò. Paolo disse i nostri nomi, scoppiò un piccolo scandalo e lui non pagò. Dopo pochi anni uscirono le prime riviste erotiche in Italia: Playman, ABC, Le Ore: mostravano solo ragazze in bikini  e venivano spesso sequestrate.
Poi, un po  alla volta diventarono legali.
In aprile 1965 Roberto mi portò a casa di un suo amico per vedere una moneta d oro messicana. Così conobbi Piergianni e fu una folgorazione. Abitava in una casetta in via Libertà. Suo padre era maresciallo dei carabinieri, e aveva una bella madre 1 fratello e 2 sorelle. 
Piergianni era un genio, magro e serio. Mi mostrò la moneta, poi da una valigia dove le teneva nascoste, tirò fuori una pistola, sigari, whisky  Era appassionato di Occultismo e Letteratura Nera e aveva alcuni Racconti di Dracula. Da quel momento diventammo amicissimi e mi tornò la vecchia passione per l occultismo. Gli vendetti per 500 lire <Io credo ai vampiri> di Emilio de Rosignoli che tenevo nascosto lungo la ferrovia in via Colombare. In aprile, maggio giugno,   dalle 13 alle 14 quando il negozio di  mio padre era chiuso, andavo a casa sua a leggere libri di spiritismo, magia, occultismo e a parlare di queste cose.  Parlavamo anche di Maria Luisa   una sua compagna di scuola che lui adorava disperatamente. Mandammo a prendere ancora libri e mi fece conoscere anche un suo amico bruno: Renato.  Nelle domeniche di giugno io andavo nella saletta a casa di Piergianni a rileggere Racconti di Dracula, leggeva anche lui, poi si cambiava e andava a fare il cameriere in un bar dove trova
va biglietti da 1000 lire nascosti nei bicchieri. Un pomeriggio io, Piergianni e Renato andammo lungo il fiume Nichesola; loro fecero il bagno e io lessi <Droghe e tranquillanti>. 
Un giorno Piergianni mi indicò Maria Luisa  e dopo un po  mi innamorai di lei. Quella ragazza vestiva sempre di giallo e nero, oppure tutto in nero, che erano i miei colori preferiti. La guardavo passare in bicicletta, la spiavo davanti  alla sua fattoria  dietro al campo sportivo e trascorsi alcune notti insonni pensando a lei. In luglio mi presentai a lei nel campo di tennis. Scambiammo alcune parole e dopo le prestai un pacco di libri perché le piaceva leggere. Ci rivedemmo anche altre volte, ma lei aveva molti corteggiatori. In autunno andò ad abitare in città e si sposò. 
Tutte le volte che mi sono innamorato (e sono state molte volte nella mia vita)  ho provato ansia, sfinimento, nausea, nervosismo, batticuore, sudorazione e brividi di freddo. Mangiavo poco e non riuscivo più a dormire. L amore è stato sempre per me come una malattia. 
Nel maggio 1965 decisi di fare una vita come gli altri, così tutte le domeniche andavo al bar Zuccolo, fumavo le sigarette (che mi davano poiché non avevo soldi), guardavo giocare a biliardo, ascoltavo il juke box. Quella vita mi annoiava terribilmente ma mi ero imposto di farla per sentirmi come gli altri miei amici.
Piergianni mi aveva accennato che un giorno sarebbe partito da Cerea, ma sembrava una possibilità lontana. Invece, la prima domenica di luglio 1965, giorno di sagra, andai da lui e trovai la casa semivuota. Stavano per partire per Conegliano veneto. Ricordo che uscendo da casa sua trovai in strada un gettone della giostra e andai sull autoscontro Piatto in prato della fiera. Piergianni andò via portando con sé il mio pendolino da radioestesista in bronzo e rame che mi aveva dato la bambina Daniela, la mia collezione di teschietti, <Il libro dei misteri e delle potenze ignote> ed: Hoepli, eccetera.
Dopo la sua partenza ci scrivevamo con assiduità e ci telefonavamo al telefono pubblico bar Centrale. Negli anni successivi venne giù a trovarmi alcune volte. Nel maggio 1976 con la Fiat 500 andai a Conegliano e rimasi ospite 2 giorni nell appartamento in via Garibaldi. Trovai  un Piergianni elegante e cittadino. Il papà era morto, sua madre molto invecchiata. Sua sorella Maida era bella e gentile. Quando gli chiesi il mio pendolino disse che lo aveva perduto. Insieme visitammo un cimitero ebraico sulla collina. Piergianni mi disse che veniva spesso in quel posto per meditare. In realtà era un posto affascinante: le lapide grigiastre erano spesse, inclinate, sbreccate. Andammo da una sua amica dove bevemmo grappa aromatica. Poi al castello di Susegana; dal ponte si vedeva un masso sospeso a una catena che serviva da contrappeso alla grata. Piergianni mi aspettò fuori; io saltai il muro e visitai l interno. Nel cortile c erano pozzi profondissimi; all interno sale col tetto puntellat
o, sarcofaghi di pietra con cavalieri scolpiti sul coperchio, sale piene di acqua    Pochi giorni dopo, ricordo, arrivò il terribile terremoto del maggio 1976.
Anche alcuni anni dopo ritornai in quei posti. Negli anni 70 incominciavo a interessarmi dei guaritori. Nel 1977  mamma si lamentava per i reumatismi e così siamo andati con la Fiat 600 di mio padre a Treviso. Là c era un guaritore meridionale che mentre teneva la mano a  mamma guardava un cronometro. Poiché mamma non sentiva niente disse che era refrattaria al fluido. In quell occasione visitai il museo della città. Poi siamo andati da padre Tiburzio a Verona e altri. Nel 1983 Piergianni si trasferì in Germania, nell albergo del marito di sua sorella. Al telefono rispose lei; disse che Piergianni era fuori, stava bene e che quello scapolone non si era ancora sposato. Nel 1991 ho cercato di mettermi in contatto con lui, ma all anagrafe di Conegliano mi dicono che è morto nel 1989, all età di 38 anni.
Nel luglio 1965 andai in bici alla Palesella, nella vecchia casa contadina di   Renato, l amico di Piergianni. Renato abitava in una tipica casa contadina con ingresso ad arco, portico, fienile e un campo. In luglio 1965 nel vecchio portico sotto il fienile lessi  <Una fossa bianca di luna> di Frank Graegorius. C era un caldo infernale e c erano moltissime mosche che ronzavano nel silenzio.
Un altro mio luogo di lettura: dal passaggio a livello di via Oberdan partiva un sentierino fra le rotaie che costeggiava il fiume Fossa a sinistra e la ferrovia per Verona a destra. A un certo punto c era la grande buca provocata da una bomba. Il sentiero finiva all ex passaggio a livello di via Colombare, allora sbarrato. Io percorrevo questo sentiero per andare a leggere là. In estate le traversine che si dilatavano al calore del sole ogni tanto davano colpi secchi come spari che mi facevano sussultare. In agosto lessi molti Pocket Longanesi. In settembre lessi <La villa degli incubi> di Harry Small; in ottobre <La figlia del diavolo > di Red Schneider. In novembre lessi lo stupefacente <Organo di morti > uno degli ultimi capolavori di Frank Graegorius. Era un pomeriggio grigio e freddo. Tirava un vento  gelido di tramontana che annunciava neve e io stavo rannicchiato sulla bici mentre leggevo. E l anno seguente (1966) in primavera ritornai ancora in quel posto per leggere: <L uo
mo dell aldilà > di Max Dave, <Una diabolica storia > di Paul  Carter .
Nel gennaio 1966 rinnovai l abbonamento ai Racconti di Dracula da spedire a casa di Vito in via 25 Aprile. Vito era stufo e dovetti regalargli 1000 lire perché accettasse. I libri andavo a prenderli nella sua polleria dal fratello Ezio. Il primo libro che arrivò in gennaio fu <I sosia dell inferno > di Max Dave, di genere orrore-fantascienza. A partire dal 1966 incominciò la decadenza dei Racconti di Dracula e non uscirono più capolavori. Molto bello <L ululato del lupo mannaro > di Frank Graegorius che lessi dietro il cimitero di Cerea nel luglio 1966.  Con gli anni 70 la situazione peggiorò fino alla chiusura dell editrice nel 1983. 
Nell aprile 1966  sulla rivista di mio padre <Costruire diverte> lessi un annuncio di Rossi Loris  Fano Pesaro che diceva: <Attenzione prego vendo varie enciclopedie e Raccontio di Dracula> scrissi a Loris, feci amicizia e comprai tutti i Racconti di Dracula. In maggio, dietro al monticello del Tiro a Segno, lessi lo stupendo e malinconico <Fiume di sangue > di Red Schneider. Come unico compagno avevo un vecchietto che zappava la polenta in lontananza. Poi rilessi molti altri Racconti di Dracula e libri di sessuologia, erotismo, droghe. Rilessi il sublime <Sudario nuziale >  di Frank Graegorius. Mentre leggevo questo libro provavo emozioni bellissime e pensai:  Dedicherò la vita a far provare agli altri le emozioni e i piaceri che questo scrittore mi fa provare adesso .  A distanza di anni, anche per merito delle circostanze, quel desiderio si è realizzato. 
Al Tiro a Segno, camminando lungo un fosso udii un unico forte battito d ali provenire dal fogliame. Mi fermai ma tutto era silenzio. Mi incamminai e il rumore si ripetè. Allora spostai le fronde a galleria sopra il fosso. Dall alto pendeva un uccello, morto, imprigionato nei viticci.  Un poco alla volta liberai l uccello inanimato, per poterlo osservare meglio, ma quando fu libero prese il volo e andò via. Era una civetta molto intelligente; per 2 volte aveva richiamato la mia attenzione, poi si era finta morta e infine aveva ripreso la sua libertà.
In seguito Loris mi vendette per 500 lire anche il n° 1 della collana: <Uccidono i morti > di Max Dave. Nell estate 1966 io e Vito nascondemmo i libri in un tombino che sfociava in Menago in via Peagni dietro alle 2  cabine elettriche. Entrai per alcuni metri nel tombino rotondo. Sistemai una tavola di lego a metà e sopra ci misi i libri. Così l acqua passava sotto alla tavola, senza bagnarli. Un giorno sentii un sibilo e mi trovai davanti a una biscia. Il tombino fu l ultimo nascondiglio dei libri. In seguito andai a prenderli e li tenni in casa adottando qualche precauzione: toglievo le copertine, li incartavo, li nascondevo fra altri libri di scuola.  Nel 1966 Vito si dedicò con successo a suonare la chitarra in un complesso chiamato <Le Rocce >. Ora ci vedevamo sempre meno. Le nostre avventure erano finite.
Da giovane (15- 20 anni e più)  ero molto timido, ingenuo, impacciato, mi mancava il senso pratico, ero sensibile, fantasioso, sognatore. A 20 anni ero molto timido. Ricordo che di fronte a casa mia lavorava come lustrina una ragazza bionda col labbro leporino e i capelli lunghi. Era bellissima e d estate indossava un vestito rosa che aveva una collana come cintura. Qualche volta veniva nel negozio di mio padre per comprare le pile. Io gliele davo e tremavo, non osavo parlare. Ero talmente timido che quando dovevo dire qualcosa o andare in qualche posto nuovo arrossivo, balbettavo, mi mancava il respiro e sentivo freddo. 
Nel  giugno 1966 conobbi Piero,  un coetaneo di Cerea. Piero indossava sempre pantaloni neri e camicia gialla, come una divisa. Era un ragazzo sfrontato, dissacratore, ribelle e anticonformista. Diventammo subito grandi amici poiché io volevo essere come lui. Cominciammo a frequentare le sagre dove io giocavo alla roulette, ai dadi, fino a perdere tutto. Correvamo dietro alle ragazze. Lui era sfacciato e esperto io timido e inesperto. Di notte per provare il nostro coraggio, andavamo al cimitero. Facevamo il bagno nudi nei fiumi. Siamo  stati alle sagre di Cerea, Nogara, Isola della Scala, Castagnaro e Minerbe. Qui in provincia dove tutto avviene in ritardo, questo era il periodo d oro dei mitici, favolosi, irripetibili anni  60. Le chitarre, le musiche di pace o d amore, le camicie a fiori, i capelloni  Gli anni  60 sono stati la culla delle illusioni, della bellezza e dell amore romantico. 
Alla 5° domenica di luglio, alla sagra di Castagnaro: con la prima ragazza che abbiamo corteggiato non avemmo fortuna. Era una tipa villana e ci disse di andare a morire ammazzati. Ho ricordi bellissimi di avventure con Piero. Noi 2 insieme, di pomeriggio e sera andavamo in bici a caccia di ragazze. Conoscemmo 2 sorelle di Legnago in tandem. Una bionda di Milano di nome Antonella. Tutti gli anni questa ragazza passava le vacanze dai parenti a Porto, in una casa bianca col pilastro. In un pomeriggio nuvoloso portai Antonella sull autoscontro alla sagra di agosto (s. Rocco) a Legnago. E molti anni dopo alla sagra di Porto, una bionda con i capelli ricci   mi chiamò. Era Antonella e io non la avevo riconosciuta. Forse se qualche persona sarà ancora viva riconoscerà sé stessa in queste memorie. Ma andiamo avanti.
 Nelle notti di agosto io e Piero girovagavamo in bici per Legnago e Porto mentre lui cantava canzoni oscene. Siamo andati in bici alla sagra di Isola della Scala dove io ho perso 1000 lire alla roulette e 1000 lire ai dadi. Alla sagra di Sanguinetto conoscemmo 2 belle ragazze di Macaccari. Una domenica con pomeriggio nuvoloso trovammo 2 corridori sulla statale per Legnago ( la strada era deserta perché in quei tempi non c era traffico!) ci mettemmo a chiacchierare mentre pedalavamo verso Legnago. A un certo punto i due corridori si fecero un gesto di intesa e poi partirono in fuga per distanziarci. Con le nostre bici li seguimmo in corsa fino a Legnago; i corridori non erano riusciti a seminarci! Alla sagra di Castagnaro una ragazza mi diede uno schiaffo.
Siamo andati alla sagra di Minerbe nell agosto 1966 e là ho conosciuto la 18enne Franca. E qui si apre un capitolo importantissimo della mia vita. Pochi giorni dopo Piero partì con i genitori in cerca di lavoro in Germania. Ci scambiavamo lettere, cartoline. Lui veniva in ferie ogni anno d estate a Cerea, così andavamo in giro insieme in quei giorni. Poi con il passare degli anni Piero era sempre più impegnato e non aveva più tempo. Un estate arrivò giù con la figlia di un poliziotto tedesco. Dieci anni dopo una sera io e Piero siamo andati a Verona con la sua macchina per cercare donne. Due zingarelle ci dissero  Da noi prima si paga e poi si scopa . Piero le diede 10.000 lire e lei ci disse di aspettarci più avanti, ma non venne. Piero tornò, ma lei disse che era spagnola e 10.000 lire non bastavano, così li ha restituiti. Poi  lui ha caricato una donna bionda che però era un travestito. Piero si è fatto restituire le 10.000 lire che però erano false. Piero voleva ammazzarlo con la
 macchina, ma io l ho supplicato di ritornare a casa. Negli anni successivi Piero cambiò molto, si trovò un buon lavoro e si sposò.
 Descriverò adesso il mio sogno ricorrente che mi ha accompagnato dal 1965 circa fino al 1988: arrivo in un paese che mi piace e che vedo per la prima volta. Girando per il paese incontro una ragazza meravigliosa ogni volta diversa. Nel sogno la riconosco subito e sento di averla finalmente ritrovata dopo averla cercata per tanto tempo. Abbraccio la ragazza, restiamo insieme a parlare d amore e dopo un po  mi sveglio. Questo sogno ( io sogno sempre a colori) arriva sempre all alba 1, 2, o 3 volte all anno. Al risveglio sono agitatissimo e ricordo perfettamente i particolari del paese e il volto della ragazza. Provo una profonda gioia, un grande benessere che dura per tutto il giorno. Anche il poeta Verlaine faceva lo stessa esperienza e la descrive nella lirica <Il mio sogno familiare >.  Un altro mio sogno ricorrente: L esplorazione di edifici strani, misteriosi, affascinanti: vecchie torri, granai, cantine
Ma torniamo a Minerbe. Prima domenica di Agosto del 1966 insieme a Piero. C era la sagra di s. Lorenzo. Quell anno suonavano <Girl> dei Beatles <Michelle> dei Beatles <Paint it black> dei Rolling stones. Nel viale della stazione vidi per la prima volta una ragazza bellissima, con i capelli lunghi e lisci; vestiva una gonna nera e una blusa rosa. Di colpo mi innamorai di lei. La salutai, lei mi salutò e quella ragazza entrò per sempre nella mia vita. Lei è stato il mio più grande amore! Dimenticai subito Marialuisa che diventò una donna qualunque, completamente indifferente. Un profondo conoscitore dell universo erotico, Barbey D aurevilly scrive: <Il più forte dei nostri amori non è né il primo né l ultimo, come molti credono; è il secondo. Ma a proposito d amore tutto è vero e tutto è falso; comunque per me andò così  Il primo amore è di prova e assomiglia alla messa bianca detta dai preti per esercitarsi a dire poi, senza sbagliarsi la vera messa, la messa consacrata.> 
La domenica dopo Piero era già partito per la Germania e tornai da solo a Minerbe. Le domeniche successive tornai ancora a Minerbe e approfondii l amicizia con Franca. Anche il paese mi piaceva, mi sentivo a casa lì, come se avessi vissuto una vita precedente in quei posti. Franca  era una ragazza dolce, timida, riservata. Io andavo a trovarla in bici tutte le domeniche e restavamo insieme. Ah! I ricordi di quelle domeniche! 
La prima domenica di settembre 1966 andai in bici alla sagra di Roverchiara con   Roberto e Attilio  che suonava l armonica a bocca. Lasciai gli amici a Roverchiara e proseguii per Minerbe. Per la strada c era un ciclista e facemmo amicizia; si chiamava Roberto di s. Pietro di Morubio. A Minerbe incontrai Franca che usciva di chiesa con alcune amiche: Annamaria di s. Vito, una ragazza bellissima con i capelli lunghi e altre. Sul ponte di Bonavigo al ritorno conobbi 3 amiche: Nadia,  Lorella e Rita che andavano alla sagra di Roverchiara. La seconda domenica di novembre trascorsi un altro incantevole pomeriggio a Minerbe insieme a Franca. Al ritorno rividi anche Annamaria. In inverno mi facevo portare a Minerbe  da conoscenti con la moto o facevo l autostop. Alla seconda domenica di ottobre andai a Minerbe sulla lambretta di Ezio (fratello di Vito). Stetti alcuni minuti insieme a Franca; poi andammo alla sagra di Vigo dove ricevetti uno schiaffo da una ragazza che tentai di corteggiare,
 e al ritorno dovetti pagare la miscela a Ezio. Ma molto spesso andavo a Minerbe in bici, col tempo freddo che minacciava pioggia. Lungo la strada guardavo le case in costruzione e progettavo di correre al riparo nella più vicina in caso di pioggia. Una volta mi riparai al mobilificio Damin e Gatti di Porto, a quel tempo in costruzione; un altra volta alla mostra di roulotte fra s. Pietro e Cerea. In inverno pagai 500 lire d argento a un tizio perché mi portasse a Minerbe con la moto vespa. Faceva freddo e per terra c era la neve. In paese feci un giro per le strade ma non vidi Franca, così infreddolito tornai indietro. In dicembre i miei genitori mi accompagnarono in via Mazzini a Verona e mi comprarono quello che desideravo: una pipa.
L anno dopo 1967. La terza domenica di marzo, giorno di sagra a Minerbe, conobbi l amico Claudio  di Begosso. Fu un altra domenica indimenticabile. C era una folla multicolore: nella piazza e nel viale dei tigli c erano molte ragazze in minigonna, tantissimi hippy con capelli lunghi, camicie a fiori e jeans. Le giostre suonavano musiche dei Beatles e altri complessi italiani. Alla sagra c era anche Annamaria. Restai insieme a Franca fino a sera. Poi con il buio l amico Claudio mi portò in moto fino sul ponte del Bussè a Legnago e lì feci l autostop per venire a Cerea. Faceva freddo e presi la bronchite.  In maggio, all improvviso, Franca mi disse che non voleva più vedermi, e da allora non riuscii più a parlarle perché lei sfuggiva tutte le volte che la incontravo. Soffrii moltissimo. Però andai a Minerbe anche negli anni successivi. Nel marzo 1968 alla sagra la rividi. Stava sulla ruota panoramica mentre suonavano <Che freddo fa > di Nada. Franca era bellissima. Nei pomeriggi succes
sivi per tanti anni mi sedevo sulla panchina vicino alla chiesa o passeggiavo ricordando i giorni felici. Franca diventò donna, si sposò, cambiò casa, poi cambiò ancora.   Nel 1980 circa a Minerbe mentre ero seduto nel bar della stazione notai lo sguardo insistente di una donna. La guardai anche io e lei non abbassò lo sguardo; finchè il marito la chiamò:  Franca, vieni . Era lei e non mi aveva dimenticato. Cara Franca, che strana e bella ragazza! La storia del nostro amore l ho scritta nel 1973 in un romanzo intitolato: <Sortilegio > perciò non la ripeterò qui. Ma ero inesperto e così in seguito riscrissi quel romanzo in forma migliore e definitiva. Franca assomigliava a Olivia Hussey nel film <Giulietta e Romeo > di Zeffirelli. 
Una domenica pomeriggio del 1967 io, Giorgio  R*  e altri suoi amici eravamo in piazza a Minerbe. La piazza come al solito era vuota. Passò una zingarella e uno della compagnia commentò  Che belle tette . Lei si girò e con un sorriso malizioso disse:   Sì, e anche sotto è bello . Nel maggio 1967 io e un amico occasionale mentre facevamo l autostop a Porto conoscemmo una bionda di Bevilacqua che era scappata da casa. Facemmo amicizia poiché anche lei amava i Beatles ed era andata a Londra per vederli. Nell estate 1967 applicai un motorino mosquito 38cc. alla mia bici. Ora alternavo le visite a Minerbe con le sagre in altri paesi. A partire da quegli anni visitai le sagre dei paesi vicini e questa passione mi è rimasta. Non so se mi è possibile rendere l atmosfera irreale, sognante degli anni 60. Tutto era meraviglioso. I complessi musicali erano innumerevoli. La musica beat si suonava ovunque. Quasi in ogni casa c era un ragazzo che suonava la chitarra. Tutti i ragazzi avevano i capell
i lunghi. Gli hippy erano tantissimi e vestivano blue jeans, camicia a fiori e portavano i capelli lunghi e lisci fin sulle spalle. Al collo avevano una collana con la scritta: <Fate l amore non la guerra >. La filosofia Hippy imperava, il mondo sembrava all alba di una nuova era! C era luce e sorriso negli occhi di tutti i giovani e tante speranze per un futuro migliore. Denaro, politica, affari, non contavano! I nuovi valori erano: la Musica, la Poesia, la Bellezza, l Amore  Oggi a distanza di anni, non so spiegarmi perché tutti questi ideali sono miseramente falliti! Ma forse questi ideali sono solo assopiti nel cuore degli uomini in attesa di risvegliarsi in una futura e migliore società.
Dunque, con nella testa ancora le musiche dei Beatles, Equipe 84, i Rocks, Les Surf, Adamo, Nada, i Dik Dik, proverò a raccontare quegli anni. Passando sempre per Minerbe all andata e al ritorno, andai alle sagre di Boschi, Cologna, Terrazzo, Marega, Canove, Porto, s. Tommaso, Bonavigo, Orti, Bevilacqua, Vigo, Terranegra, s. Zenone, Legnago, Vangadizza, Morubio, Bonavicina, Roverchiara, Sanguinetto ..    Alla sagra di s. Pietro di Legnago vicino a una slot machine conobbi un ragazzo sorridente con i capelli lunghi e rossicci: Uber  da Cerea. Qualche volta sono andato alle sagre con lui. Era simpatico e ci sapeva fare con le ragazze. Una volta siamo andati a Verona in autostop e un signore vestito di bianco ci fece proposte omosessuali, così noi scappammo via. Al luna park di Verona Uber corteggiò una ragazza balbuziente e tentò più volte di toccarle i seni con scarso successo. Alla sagra di Legnago scommise con un suo amico che questi non sarebbe riuscito a mangiare tutte le paste di
 un contenitore girevole. Le paste erano 30. Il ragazzo divorò 12 paste in pochi secondi. Poi bevve. Mangiò altre 10 paste. Poi bevve molto e riprese a mangiare. La 27esima pasta la sputò fuori, pagò la scommessa e andò a vomitare nel parco dietro al bar. Una volta sono andato a casa di Uber. I genitori erano vecchi e grassi e avevano un deposito di vetro e ferro vecchio in cortile. Fra l altro c era anche una locomotiva a vapore. Una volta Uber mi raggiunse col suo motorino Corsaro Morini alla sagra di Sanguinetto, nonostante avesse uno svantaggio di alcuni Km. Una sera di giugno in piazza Nascimbeni, Uber corteggiò una ragazza ricca, accompagnata dalla madre. In quell occasione Uber riuscì a far ridere la madre. La musica che suonavano in quel momento era <Let it be > dei Beatles. Ma una sera ebbe un brutto incidente col motorino e si ruppe i denti incisivi. In seguito Uber incominciò a frequentare brutte compagnie e lo perdetti di vista. Una notte d estate alla fine del mio lavoro
 al cinema lo trovai con altri mentre faceva l autostop per Verona. Mi invitò a unirmi a loro ma io andai a letto. Alla bella sagra di Orti (poi abolita) ho conosciuto una ragazza del tiro a segno. Fidanzata a Luciano fabbro di Cerea. Un pomeriggio un signore mi chiese se conoscevo ragazze e se ero disposto a dividerle con lui. Lo avrei presentato come un fratello maggiore; lui avrebbe messo la macchina, pagato la cena e poi   una sera a Legnago mi diede un passaggio per Cerea il coetaneo Giuliano R*. Ma correva come un folle così al passaggio a livello chiuso sono sceso poiché avevo paura. In seguito ho rinunciato all autostop. Alla sagra di Porto io e un amico abbordammo 2 signorine che per un po  ci ascoltarono, poi fingendo di sistemarsi le calze si appartarono dietro un portone per tentare di fuggire. Dopo ci dissero che avevano 27 e 28 anni e noi eravamo troppo giovani. Il mio amico disse:  Mi metta alla prova signorina   lei rispose:  No, non in quel senso; noi cerchiamo un 30en
ne, un fidanzato vero; ci dispiace ma non possiamo perdere tempo con voi.  In quel periodo utilizzavo molto l autostop da solo o con un amico, per spostarmi a Minerbe, Legnago, Verona e alle sagre. Spesse volte andava bene. Trovavo un signore che mi portava spesso a Minerbe. Ma a volte andava male. Alla domenica precedente la sagra di Bevilacqua mi diedero un passaggio 3 automobilisti ubriachi. Altre volte incontravo automobilisti che correvano troppo. 
Nel 1968 circa sono andato al cinema Italia a Legnago per vedere il famoso film <Helga>; film molto discusso dove si assisteva per la prima volta a un parto. Sono andato col Mosquito passando per Angiari dove a una salita si è rotta la biella. Ho pedalato fino al cinema e poi al ritorno a Cerea. Ma al film <Sessualità> a Legnago 2 signorine mi hanno bloccato all ingresso e non mi hanno lasciato entrare. 
Negli estati 1967 68 69 andavo spesso in bici e poi in moto alla Stradina Rossa per leggere e meditare. La stradina rossa era un sentiero attorniato da cespugli di rovo e elianto fra via Cabianca e via Tencarol. Si chiamava così poiché il terreno di cui era fatta era color rosso. Mi piaceva percorrere quel sentiero che in quegli anni sembrava immerso nella giungla. Là lessi: <Il fiore di carne > di Max Dave , <Storia dei costumi sessuali > di Lewinsohn, <Piaceri e crudeltà storiche >.  Ho portato Vito, Gianni e Remo. Un pomeriggio d estate io e Remo vedemmo 2 innamorati in auto. Io chiesi a Remo:  Che cosa si diranno?  E Remo rispose:  La ragazza dirà all uomo <mio signore, mio principe >  . Ci avvicinammo piano stando dietro ai cespugli finchè dai finestrini aperti potemmo udire le loro parole. I 2 fidanzati stavano litigando furiosamente e lei gli diceva un sacco di parolacce. Io risi e per molto tempo canzonai Remo. Una notte di agosto andai alla stradina col motorino e vidi una l
una calante rosso sangue che faceva paura. In maggio vidi sorgere la luna piena bella come una sposa. In dicembre la luna era piccola e fredda fra i rami scheletrici dei pioppi che fischiavano nel vento. Un altro bel sentierino che mi piaceva percorrere in bici partiva da via Roè, passava a sinistra del cimitero e usciva in via Cabianca. In giugno era tutto pieno di papaveri e camomilla. 
Nel marzo 1967 e 68  sono andato alla visita militare in via Cantarane a Verona. Sono stato scartato per insufficienza toracica. La seconda volta, dopo la visita io e il compagno F* siamo andati al cinema Bra per vedere <L uomo del banco dei pegni > il primo film dove si vedeva il nudo integrale. Poi io sono tornato a Cerea in autostop.
Nel dicembre 1967 andai a fare  l operatore al cinema Principe. Lavoravo un paio di sere la settimana e guadagnavo Lire 1.500 a sera. Mi ha insegnato Maggiorino e io a mia volta ho insegnato a Nazareno,  Fausto. Lì ho conosciuto un altro operatore: Fernando fratello di Luigi. Alle domeniche il teatro era zeppo di persone venute per vedere i film wester all italiana e i film musicali con Morandi e la Pavone. Si pagava lire 360 come  resto c erano le caramelle. Nella sala c era un fumo tremendo e moltissime persone in piedi. Invece nelle sere infrasettimanali c era poca gente e bei film: <Privilege >, <Lo spettro > con Barbara Steele,  <L ora del lupo >, <La lunga notte infedele>, <Relazioni proibite > e altri. In estate 1968 lavorai saltuariamente, poi ripresi nell inverno successivo e smisi definitivamente nel 1969.
Ritorniamo al 1968. In inverno al bar dei preti facevo il gioco delle 3 carte o della cordicella per guadagnare qualcosa. Nelle fredde domeniche pomeriggio di febbraio 1968 andavo a Minerbe in autostop accompagnato da  Giuliano R* o da un altro amico. Nel bar della stazione facevo il gioco delle 3 carte. Il juke box suonava <Cuore matto >   di Caterina Caselli, <L immensità > di Johnny Dorelli. 
La seconda domenica di maggio 1967 andai in bici  alla sagra di Bevilacqua dove conobbi una ragazza di nome Mariarosa abitante a s. Vito di Legnago, e rimasi con lei tutto il pomeriggio. Tornai a casa passando per Minerbe e S. Vito. La mattina dopo, lunedì, dopo aver fatto colazione con pane e budino, mio padre mi portò a Bovolone in furgone. Avevo zaino, sandali, Lire 100.000 dentro un sacchetto ed ero deciso a raggiungere Londra. Era un giorno caldo di sole. In autostop raggiunsi Verona. A Verona feci l autostop e mi raccolse un signore che andava a Torino in autostrada dopo essere stato dalla fidanzata a Reggio, mi pare. Mentre avanzavamo vedevo un  coperchio sopra il cielo in fondo alla strada. A Milano mi scaricò sulla autostrada e io dovetti percorrere lo svincolo a piedi. Ciò era pericoloso e inoltre due poliziotti volevano multarmi. A Milano attraversai un ponte in ferro e feci l autostop per Como. Arrivato a Como pioveva e faceva freddo. Sotto la pioggia raggiunsi a piedi l
ostello, dove soggiornai un paio di giorni. Poi sempre in autostop raggiunsi Lugano. In città comprai tabacco da pipa, cioccolata e vidi Playboy esposto in  edicola. A Lugano feci l autostop per il Brennero, ma poiché nessuno mi faceva salire ritornai a Como, all ostello. Passando a piedi dalla dogana non denunciai quello che avevo e lo misi sopra allo zaino. I doganieri perquisirono lo zaino in profondità e non trovarono tabacco e cioccolata. Con il clima cattivo mi ero raffreddato e comprai gocce per il naso e sciroppo per la tosse. Avevo anche rotto i sandali. Il padrone dell ostello era un vecchietto poco socievole. Nelle cucine c era sporcizia, nelle camerate il mio letto doppio dondolava. Inoltre continuava a piovere. Per guadagnare qualcosa, un ragazzo napoletano raccoglieva le bottiglie vuote di latte lasciate all ostello e le riportava alle latterie (incassava i soldi delle cauzioni pagati da altri). Io lo accompagnavo portando le bottiglie vuote; ma erano di tante marche e
ogni latteria trattava una sola marca, quindi bisognava camminare per la città e visitare tante latterie per vendere tutte le bottiglie. In un negozietto compravo i libri della serie KKK usati. Mi trovavo male e così alle 5 di un pomeriggio presi il treno per Londra. In treno mi misero con un inglese sordo. Era un pomeriggio piovoso. Il tempo era sempre peggio ed io stavo male. Soffrivo il mal d auto, con vomito e nausea. Per tutta la notte non riuscii a dormire. Al mattino alle 11 appena mi restituirono il passaporto scesi alla prima fermata. Non sapevo neanche dove ero. Faceva freddo come se dovesse nevicare. La stazione era grande di pietra scura e non riuscivo a trovare l uscita. Finalmente la trovai; sul cartello c era scritto Sortie. La città si chiamava Valencenness nel nord della Francia. Dopo essermi scaldato in stazione, dopo aver mangiato, visitato un po   la città e spedito una cartolina, presi la decisione di ritornare, anche perché i soldi scarseggiavano. Così quella ser
a presi il primo treno e al mattino seguente ero a Chiasso. Con l autostop arrivai a Cerea. Lì faceva caldo, bel tempo e mangiai le ciliegie del mio albero in cortile.
Nell agosto 1967 o 68 sono andato con i genitori a sentire la musica in piazza s. Rocco, sagra di Legnago. Poi abbiamo visto i fuochi sull Adige. Nell estate 1968, mi pare, mi piaceva una brunetta magra di nome Elisabetta.  Lei veniva alla sera, col fratello Marcellino, nel campo parrocchiale e io la spingevo sull altalena. Alle domeniche d estate andavo a spiare le ragazze che facevano pipì ai gabinetti della casa della gioventù.
In luglio 1968 conobbi un nuovo amico Gianni S* che faceva il  benzinaio e possedeva un motorino Legnano. Facemmo amicizia e insieme ci dedicammo alla caccia sistematica delle ragazze. Io avevo i capelli lunghi,mi ero comprato jeans neri super Rifle, camicia a fiori, collana in alluminio e tenevo questi vestiti in un sacchetto nell osteria di Roberto. Prima di partire andavo a prendere i vestiti e lungo la strada mi cambiavo e mi scioglievo i capelli. Al ritorno riportavo i vestiti da Roberto, poiché in famiglia non mi permettevano di vestirmi così. Già dovevo lottare in casa per tenermi i capelli un po   lunghi. Quella camicia fece una strana fine: alla sagra di Cerea nel 1969 ero insieme a Gianni S*, quando passammo vicino a un banco che vendeva camicie a fiori a 2500 lire. Io dissi a Gianni  per 1000 lire gli darei la mia . Il venditore mi sentì e mi porse un biglietto da 1000. Gli diedi la camicia con attaccati i distintivi; sotto avevo una maglietta rossa. In seguito vendetti anc
he i pantaloni e in futuro comprai tanti jeans neri che tengo in casa.
Dunque nel 1968 andavamo, io e Gianni S*, con il suo motorino a tutte le sagre, nelle domeniche pomeriggio e anche di sera. Una volta andammo perfino al Piper, un ballo sulle Torricelle di Verona. Arrivammo su ma non mi bastavano i soldi per entrare, così aspettai fuori. Dopo scendemmo e trovammo una ragazza con cui parlare. Al ritorno di sera l amico che era con noi forò il suo motorino. Noi lo abbandonammo e fece la strada a piedi fino a Cerea. Nell inverno 1968- 69 Gianni S* trovò la fidanzata così persi anche questo amico. Comprai il suo ciclomotore per 15.000 lire. Era un telaio Legnano, rosso, con 3 marce e motore Sachs 48. Io e mio padre comprammo i pezzi da M. a Legnago, poi lo smontammo e rimontammo tutto. Mettemmo in moto  il motore mentre si trovava  ancora sul banco del negozio. Il motore si avviò.  E in marzo 1969 il ciclomotore era pronto!
Quel ciclomotore mi ha dato grandi soddisfazioni. Sono andato a sagre a caccia di ragazze. Ho visitato paesi nuovi, campagne  Ricordo una sera di novembre eccezionalmente calda; sono andato in via Cabianca, in una fattoria dove seccavano la polenta col vapore. In una notte di aprile andai in motorino dietro il bosco della Marchesa e vidi una forma bianca come una donna, sentii un profumo amaro: era un cespuglio di frassino in fiore. Un tardo pomeriggio di fine agosto percorsi via Piatton. Oltre la ferrovia mi aspettava uno scenario suggestivo causato dai molti temporali: la villa era seminascosta dagli alberi fradici; faceva freddo, l erba  del sentiero era bagnata, dal fiume Fossa saliva la nebbia e c erano giganteschi cespugli di datura stramonio. Una sera di maggio vidi sorgere la luna oltre i campi di grano, bella come una sposa. Una sera d agosto sopra il pilastro di una fattoria di Angiari vidi un cocomero con occhi naso bocca e una candela all interno. Era una immagine molto s
uggestiva nel silenzio e semioscurità di quella sera in campagna. 
Una sera di novembre 1968 a Verona i genitori mi comprarono alle bancarelle un giubbino da motociclista nero in pelle. Questo giubbino mi piaceva molto e l ho indossato per molti anni. (E  quello che si vede nella mia foto dove scrivo con la penna d oca).  In un altra occasione in maggio siamo andati dal mitico Basevi a Verona; era una casa alta, stretta, vecchia e cadente, color giallo, con finestre piene di inferriate. Per entrare si attraversava un ponte di assi. Il negozio era scuro e tetro e lì si trovava tutto il mondo Beat: jeans, stivaletti, camicie a fiori, zaini, cinturoni, giubbini divise e anche indumenti usati. Questo posto era la mecca degli hippies. 
Per tutto l estate 1969 mi dedicai alle sagre nei piccoli paesi. Fu un esperienza bellissima e indimenticabile. Conobbi ragazze, scoprii bellezze paesaggistiche, storiche, folklore, personaggi strani  Alle sagre ho avuto l opportunità di incontrare personaggi eccezionali: girovaghi, beatnik, biscazzieri, artisti. Esempio: ho visto un grassone soprannominato  Macchina  che soffiando fra le dita messe in un certo modo suonava come se avesse un flauto! Le sagre non erano convenzionali come quelle attuali; allora si incontravano personaggi stranissimi e giochi ancor più strani; ho visto il gigante che teneva 2 bottiglie con una mano; c era l uomo che faceva il gioco della cordicella oppure della catenina: bisognava infilare il chiodo al centro di un nastro arrotolato; tirando l estremità, se il chiodo restava dentro alla corda vinceva, se restava fuori perdeva. Il gioco delle 3 carte, eseguito anche con 3 specchietti. Il gioco dei bussolotti o ditali o campanelli. Il gioco del pendolino:
 bisognava colpire un birillo col colpo di ritorno di un pendolo. Il gioco delle stecche: usando 2 stecche da biliardo bisogna spostare un dado di legno sopra un tavolo. Il gioco dei dischi: con 5 dischi di ferro bisognava coprire interamente un disco bianco disegnato sul tappeto. C erano le slot machine, le pescasigarette, le peepshow (macchinette dove si introduceva una moneta e si vedevano per mezzo minuto da un oculare, donnine in bikini). Una sera a Cerea ho assistito a uno strano incidente: a un ragazzo è caduto in testa un tubo al neon staccatosi dall autoscontro. Negli anni 60 a Cerea è arrivato anche il fachiro che si faceva incatenare, piantare gli aghi sulle braccia e si sdraiava sui pezzi di vetro.
Nel 1968 69 aiutavo mio padre a riparare i juke box. Ne arrivavano di bellissimi marca Ami, Rok Ola, Jupiter, Seeburg; così guadagnavo qualche moneta extra recuperata dentro il macchinario. I dischi erano straordinari e veniva ad ascoltarli anche l amico Gianfranco. Fu lui a suggerirmi di comprare i dischi a 400 lire da C* a Verona e rivenderli qui a 600 lire (In negozio i 45 giri costavano 850 lire). Il primo disco che comprai fu il meraviglioso Bang Bang dell Equipe 84. In seguito comprai molti altri dischi e vendetti anche vecchi dischi da juke box. 
A fine 1968 mio padre vendette il palazzo. Mio padre cessò per qualche mese l attività per trasferirci a Garda dove si accaparrò un terreno. Ma a fine anno si pentì; ruppe le trattative con Carlo, restituì caparra doppia perdendo la caparra di Garda. Poi riprese il vecchio lavoro di riparatore radio e Tv. Fu un brutto errore che ci costò soldi e sofferenze.   
Nel 1969 tutti pomeriggi mentre studiavo nel negozio di mio padre vedevo passare la fila delle bambine che andavano dalle suore. Una bambina bella, bionda, magra, con occhi chiari mi guardava sempre. Una volta mi salutò e in seguito facemmo amicizia. La bambina aveva 9 anni, si chiamava Lucia   ed era orfana di padre. Mi confessò che si era innamorata di me, che non aveva più voglia di mangiare. Mi presentò a sua madre, mi invitò a casa sua. Alla fine mi innamorai anche io di lei e andavo a guardarla in fondo al mio cortile fra gli alberi di elianto, mentre lei stava alla finestra del collegio. Una volta le ho fatto fare un giretto sul mio motorino; un altra volta siamo stati insieme alla sagra di Cerea. Lucia diventò una donna bionda, si sposò, ebbe figli. Ancora adesso la vedo ma non mi saluta più. A quel tempo le dedicai una poesia. 
Nel 1967 circa in una antologia di storia di fantasmi (Einaudi) il curatore ringraziava il Conte Roberto di Marmorito. Gli ho scritto e da allora siamo diventati amici. Lui diventò il mio maestro in Letteratura e negli anni successivi mi consigliò titoli, libri, novità, eccetera. Provai a frequentare gli ambienti culturali a Verona, ma erano molto arretrati. La società letteraria apriva solo di sera e c erano solo vecchi barbogi. Frequentai la biblioteca pubblica ma il servizio era pessimo causa eccessiva burocrazia. Per avere un libro bisognava compilare la domanda con penna a inchiostro (la biro non era accettata) pagare 10 lire per la marca da bollo, attendere 1 o 2 ore per la consegna. A volte c era lo sciopero, i lavori in corso sullo scaffale, oppure il libro non era consentito. Una volta gli impiegati non vollero ritirare il libro finchè non fosse terminato lo sciopero. Un altra volta sono entrato senza bussare nell ufficio del direttore e aveva una donna sdraiata sulla scriva
nia. Così preferivo comprare i libri a Verona da Ghelfi Barbato in via Mazzini e alla libreria Campane (ora estinta). In quei tempi frequentare una libreria era difficile poiché non esisteva il self service e mancava il tempo di scegliere. I libri erano tutti dietro il banco e appena entravo una signora che metteva soggezione chiedeva subito che cosa volevo, senza lasciarmi il tempo di guardare. Negli anni 67 68 69 frequentai la libreria di Marisa in via Roma. Ai primi anni 70  mamma mi segnalò una nuova libreria. Ci andai. Era la Cortina in via Cattaneo a Verona. Sono stato uno dei primi clienti di quella bella libreria che praticava il 10% di sconto. Lì ho conosciuto il simpatico gestore Alfredo e ho fatto amicizia col bibliofilo Gesuado. Poi frequentavo le 2 bancarelle in via Mazzini e 2 in piazza Erbe.
Io leggevo molti libri in quegli anni e poi li rivendevo a prezzi irrisori alle bancarelle a Verona o li davo a Renato. Con la guida del Conte lessi: De Sade, Masoch, Lovecraft, Poe, M. R. James, Le Fanu, Petrus Borel, Huysman, Baudelaire, Barbey D Aurevilly, Nodier, Algernon Blackwood, Bram Stoker, Clark Asthon Smith, Ramsey Campbell, Hoffman, Gustav Meyrink, Saky, Sarane Alexandrian,  Lautremont, Jean Ray, Machen, Hans Heinz Ewers, Onions, Cinthia Asquit, De Quincey,  Mary Shelley, Walpole, Radcliffe, M. G. Lewis, C. R. Maturin,  Kubin, eccetera. Leggevo anche libri di Metapsichica, Occultismo, Magia, Spiritismo: Ernesto Bozzano, Gastoni De Boni. Lo specchio della magia di Kurt Seligman, Il tesoro delle scienze occulte di Grillot de Givry, Il dizionario dell occultismo di Tondreau, Libro dei dannati di Charles Fort, Mattino dei maghi di Pauwel Berger, Universo Proibito di Talomonti, Kolosimo, Stephen Rynne L Irlanda, ecc. Studiavo botanica, zoologia, etologia, cosmologia, astronomi
a, psicologia, sessuologia, etnologia, linguistica, filosofia occidentale e orientale, enigmistica, calcolo delle probabilità, ecc.  La psicopatia sessuale di Kraft Ebing, Freud, Jung, Adler, Theodor Reik Amore e lussuria, Il ramo d oro di Frazer, L origine della spece di Darwin, Dizionario Filosofico di Voltaire, Bertrand Russel, Essential of english grammar by Otto Jaspersen, Language in thought and action by Hayacawa, Story of language by Mario Pey, Linguistic by David Crystal, Al di là del bene e del male di Nietzesche, Perché non sono cristiano, Matrimonio e morale, La conquista della felicità di Russel, ecc. ecc.
Nel 1968 scrissi 3 brutti romanzi e nel 69 ne spedii uno alla Wamp (la vecchia ERP Roma) e naturalmente non fu accettato. Scrivevo anche molte poesie. Nel 1968 spedii un manoscritto con oltre 30 poesie all editore Gabrieli di Roma. 4 poesie furono stampate nell antologia Giochi di Immagini. L antologia venne ristampata ma io non l ho mai comprata e tutte le poesie andarono perdute. 
Nell inverno 1969-70 mi iscrissi a una scuola media privata. La scuola consisteva di 3 stanzette in via Borghetto riscaldate da una stufetta a gas ed era gestita dalla professoressa comunista Alba   e da sua figlia Simona. L atmosfera era stimolante e gioiosa. Là mi innamorai di una ragazza bionda di nome Bianca. Quella scuola serale è stata una piacevole esperienza; eravamo in 10 e diventammo tutti amici. Per i primi mesi vennero anche Fiammetto, suo padre Giovanni, mio padre,  Gino (un amico di mio padre) allo scopo di imparare l inglese. Alla scuola quello che mi indisponeva maggiormente erano i problemi: in una vasca di 50 litri c è un rubinetto che perde un centilitro al minuto; in quanto tempo ? Al diavolo! Chiudete il rubinetto o chiamate l idraulico! Nell estate 1970 andammo agli esami a Salizzole. Io andai in motorino portando anche una ragazza da Terrazzo. C era stato lo sciopero dei professori e fummo tutti promossi. Io avevo scritto un tema discreto, ma credettero che lo
avessi copiato e mi diedero la sufficienza. Dopo di allora tutti quegli amici scomparvero. In seguito andai a trovarne qualcuno:  Renzo, Loredana, Maurizio,  Franca, Marco. Nell estate 1970 ancora sagre, letture e nell inverno 70-71 frequentai la scuola guida e presi la patente. Ma non avevo i soldi per comprare l automobile.
 
 submit:      Invia    

---------------------------------------------------------------------------

on Tuesday, February 14, 2006 at 13:37:42
---------------------------------------------------------------------------


citta: Taranto

nome: Miki

oggetto: anni 60/70

testo: Gli anni più belli. Ricordi indelebili della mia vita....e poi una domanda: si può piangere per questo? Io lo sto facendo e non me ne vergogno.

submit:      Invia    

---------------------------------------------------------------------------
on Tuesday, January 31, 2006 at 12:05:48
---------------------------------------------------------------------------


citta: Campobello di Licata (AG)

nome: Sandro

oggetto: .. anche io..

testo: .. trovato per caso...
.. letto tutto d'un fiato..
... non so chi l'abbia scritto..
.. non m'importa saperlo.
Non c'entro nulla con gli anni 60..
.. sono del 71!!.. ma...
.. ho sempre sognato quegli anni..
.. pesantissimi da un punto di vista politico e sociale..
.. ma raggianti e pieni di vita..
.. per la musica.. per i giovani..
.. CHE INVIDIA!
.. GRAZIE per aver scritto queste splendide pagine...
.. GRAZIE ..per avermi fatto sognare un pò..
.. GRAZIE ..per avermi, anche se pr poco, fatto respirare un'aria diversa.
Sandro_

submit:      Invia    

---------------------------------------------------------------------------
(gio4gatti@libero.it) on Wednesday, January 04, 2006 at 23:17:13
--------------------------------------------------------------------------

> ciao. sono sempre io giovanna. questa volta chiedo aiuto. mi piacerebbe fare la raccolta dei film anni 60. mi spiego meglioin quei anni quando usciva una canzone che aveva un buon successo si faceva subito anche il film. per esempio in ginocchio da te lisa dagli occhi blu nel sole. ecco alcuni titoli ma chissa quanti saranno e io non so proprio dove cercarli e non ricordo neanche tutti i titoli.ora ti sarei molto grata se tu volessi darmi una mano in questa mia ricerca.grazie ciao ciao.

 --------------------------------------------------------------------------

(sebastiano75@excite.it) on Wednesday, January 25, 2006 at 14:49:45

---------------------------------------------------------------------------

nome: Riccardo

oggetto: la cantante ETTA  LASTRI

testo: ...possibile che nessuno o quasi si ricordi di lei? Io sono alla continua ricerca di qualsiasi materiale che la riguardi(se avete qualcosa scrivetemi!!!)
ETTA LASTRI ricordava parecchio esteticamente annarita spinaci anche se lei non era così rotondetta.
Ciao...

submit:      Invia    

---------------------------------------------------------------------------
on Tuesday, January 24, 2006 at 22:46:28
---------------------------------------------------------------------------


citta: sassari

nome: alessandro

oggetto: wow

testo: bè io ho appena 17 anni e non sarò io a raccontarvi quegli anni, ma...cazzo vi invidio, avrei voluto viverli quegli anni...quando sento parlare di quegli anni penso a una vita che non ho mai vissuto ma che mi sarebbe piacito vivere...chissà perchè non ho vissuto quegli anni...i beatles avrebbero risposto: there will be an answer..let it be...

submit:      Invia    

---------------------------------------------------------------------------
on Wednesday, January 18, 2006 at 16:17:51
---------------------------------------------------------------------------


citta: ravenna

nome: ilaria

oggetto: thanks

testo: guardate io i favolosi anni 60 non li ho nemmeno sfiorati ma sto per laurearmi e ho scelto questo come tema d'esame, il vostro sito mi è stato veramente d'aiuto, grazie mille..

submit:      Invia    

---------------------------------------------------------------------------
on Thursday, January 12, 2006 at 15:37:03
---------------------------------------------------------------------------


citta: milano

nome: alessandro

oggetto: cercasi macchina del tempo

testo: sono "purtroppo" nato negli anni settanta ma i "Favolosi" li conosco benissimo... specialmente la musica! vorrei solo ringraziare Tutti quei Ragazzi che hanno "fatto" qell'Epoca... irripetibile! ...io continuo a sperare in una macchina del tempo per poterLi vivere!

submit:      Invia    

---------------------------------------------------------------------------
on Sunday, January 08, 2006 at 19:53:07
---------------------------------------------------------------------------


citta: Montreal

nome: Alberto

oggetto: anni 60

testo: Grazie di tutta questa magnifica cronaca, per me, milanese del 51 ed emigrato nel gennaio 69, che brividi rivivere tutti quei momenti!  Abitavo a due passi dalla via Gluck, e andavo allo stesso oratorio dell Adriano....  Nostalgia, moltissima... Ho visto in un commento che a Brescia c'é ora un locale retro anni 50-60... Ma a Milano non c'é un locale cosi? se lo conoscete, fatemelo spaere, e alla prossima visita in Italia potro andarci.. Grazie!


submit:      Invia    

---------------------------------------------------------------------------
on Wednesday, January 04, 2006 at 23:17:13
---------------------------------------------------------------------------


citta: BOLZANO

nome: GIOVANNA

oggetto: mitici anni 60

testo: casualmente ho trovato questo sito.sorpresa e felice.devo complimentarmi con l autore. gli anni 60 erano proprio cosi. mi sono divertita per certe esprssioni.io sono del 47 quindi me li sono vissuti pienamente questi favolosi e irripetibili anni 60.che bei ricordi e quanta emozione a sentire un qualsiasi brano musicale di quel tempo.eravamo felici con poco.la cosa bella di quel periodo è che sono riuscita a trasmettere l amore per la msica di quel tempo ai miei figli e quando intono per caso un brano anche se stonata sento loro che mi seguono. cosi penso che anche loro attraveso la musica possono vivere in parte un epoca storica che non si ripetera più. pero che nostalgia.

submit:      Invia    

---------------------------------------------------------------------------
on Thursday, December 15, 2005 at 19:23:38
---------------------------------------------------------------------------


citta: siena

nome: francesco

oggetto: in risposta a tutti

testo: I Beatles hanno raggiunto l'apice grazie alla genialità di Lennon e Meccartney, e alla bravura di George (Something a detta di Frank Sinatra è la canzone d'amore piu bella di tutti i tempi, infatti a Paul rode). Ho suonato Beatles per 7 anni sconfinando l'italia ed arrivando anche ad amburgo quindi credo di conoscertli bene, ma quando parlo con beatlessiani mi rendo conto che non conoscono il sound Beatles. Molti lo rilevao in Love me do, yesterday......altri in Helter skelter. L'unico consiglio che vi dò è di ascoltre live at BBC dove i Beatles suonano i pezzi di Elvis, Cocrain, berry......... e prima di sentire questi pezzi ascoltate l'originale e dopo la verzione dei Beales. Alla fine un solo commento è possibile.....CAZZO MA QUESTI SUONANO MEGLIO DI TUTTI.
Adios
www.theseamonkeys.com

submit:      Invia    

---------------------------------------------------------------------------

on Tuesday, November 01, 2005 at 14:37:55
---------------------------------------------------------------------------


citta: Torino

nome: leonoel

oggetto: sempre nostalgia

testo: Solo oggi ho avuto occasione di leggere il ricordo dettato da minuetta e sono dispiaciuto per la parte triste della lettera, anche per me non è un momento facile, ma non dobbiamo lasciarci sopraffarre noi ex 68ttini abbiamo tutti i numeri ed i mezzi per godere di un futuro felice. Sto per organizzare con un amico ristoratore due serate con musica esclusivamente anni 60 italiani non per lucro ma per ........ Felicità a tutti

submit:      Invia    

---------------------------------------------------------------------------

on Saturday, October 15, 2005 at 18:40:50
---------------------------------------------------------------------------


citta: parma

nome: minuetta

oggetto: nostalgia

testo: oggi è per me un giorno particolare che segna una data importante e felice e una molto triste.
sola e con il cuore gonfio di tristezza giro in rete e scopro questo spazio.
Che dire davvero bello,penso che noi giovani di allora rimarremo giovani nel cuore per tutta la vita.
La musica è la mia più grande passione, sto ripercorrendo quel periodo e mi sembra ieri che giovanissima ,minigonna e fiori tra i capelli, mi trovavo all'isola di Wight prima ad arrivare, ultima ad andarmene e unica a non essere rimasta incinta!!!
Un abbraccio e grazie per i bei ricordi.

submit:      Invia    

---------------------------------------------------------------------------
on Thursday, September 29, 2005 at 21:22:00
---------------------------------------------------------------------------


citta: Napoli

nome: Alberto

oggetto: Quando i Ricordi Non ci sono.....

testo: Per prima cosa faccio i complimenti allo Staff, Sembra di Essere a casa :), purtroppo gli anni sessanta li ho mancati, e anche di parecchio :) sono nato nell'85, Anche io come tanti, sono un nostalgico, naturalmente nostalgico per modo di dire, diciamo che vorrei avere una macchina del tempo, oppure che se avessi una macchina del tempo sarebbe sicuramente la prima cosa che visiterei...
 
Ma Lasciamo stare la fantascienza, :), non so se qualcuno di voi abbia mai provato la sensazione, di vivere in un contesto che non gli appartiene, un vestito che stranamente va bene a tutti, ma che a te va male, ammetto di non essere di napoli centro, sono un provincialotto, anche se sto a 2 km da napoli, Abito a Casoria, e vivere qui mi da l'impressione di una grande città 100.000 abitanti, ma avere la mentalità di un paese di 30 persone :), dove si considera il "Paese" il centro dell'universo, dove i genitori mandano a scuola i figli, nei grandi diplomifici gestiti dalle suore soltanto per dargli un istruzione, per poi far si che qualche ragazzo "professionista" se le prendi, in pratica addobbano il pacco :). Oddio nn voglio generalizzare, ma diciamo che non sono stato fortunato :) almeno io dico così.
 
Circa un anno fa, Vidi un libro Blu che spiccava dalla mensola, c'era scritto atlante d'Europa, bhà pensai, la geografia nn è mai stato il mio forte ma per sfizio vediamo che si dice :), Fu a quel punto che iniziò tutto, Mi illuminai, Per uscire da tutto ci voleva una partenza, ma non il solito viaggetto, volevo qualcosa che mi rimanesse dopo. Appoggiai il dito sul foglio, e lo feci scorrere, a sud c'era il mare, e per cielo e per mare non ci sono taverne, qnd decisi di farlo salire, e quando mi fermai ero a arrivato in un post a nord d'europa, si chiamava Capo nord, Capii, la soluzione era napoli capo nord in inter-rail, 21 giorni 800 euro in tutto compreso il mangiare, soldi faticosamente messi da parte, presi tutto e via, io e il mio fido giulio, unico sostenitore della causa su oltre 200 conoscenze, con uno zaino e un nome.
 
Epilogo, Niente Sarà più come prima, e non lo dico per dire, ma ho visto cose che nn pensavo esistessero, modi di pensare incredibili, e ho conosciuto persone che finalmente quando parlano ascoltano prima di rispondere, Da paura.
 
Consigliato a chiunque nn lo abbia mai fatto, e di continuare a farlo a chi pensa che ci sia un limite d'età... Un bacio :)

submit:      Invia    

---------------------------------------------------------------------------
(tizife@aliceposta.it) on Sunday, September 18, 2005 at 21:37:11
---------------------------------------------------------------------------


nome: tiziano

oggetto: flash

testo: sto cercando anch'io gli esecutori o gli autori della canzone FLASH degli anni '60 brano solo suonato.Chi mi può aiutare?

submit:      Invia    

---------------------------------------------------------------------------
(info@theosound.it) on Tuesday, August 30, 2005 at 20:21:58
--------------------------------------------------------------------------

citta: Brescia

nome: theo
oggetto: 50 60

testo: Ciao il mio nome è theo sono il direttore dell' happy days , locale
di brescia dedicato agli anni 50 60 capienza 1200persone, spesso e
volentieri facciamo ospiti dell epoca '' bobby solo, dik dik , toni dallara
ecc e tributi vari da elvis. jerry lee lewis , chuck berry inoltre gruppi
rockabilly da tutta Italia ed radudi di macchine e moto del periodo, il 24
sett inaguriamo il locale con un tributo ad elvis volevo invitarvi tutti ,
il nostro sito ' in aggiornamento' è happydaysdiscobar.it il locale ha un
cadillac del 59 appartenuta ad elvis '' documenti ufficiali cadillac
museum''. scrivete a info@theosound.it

submit:      Invia

--------------------------------------------------------------------------

on Thursday, August 25, 2005 at 14:41:42
---------------------------------------------------------------------------


citta: brescia

nome: gianni

oggetto: una porzione di vita indimenticabile

testo: La lettura di queste pagine mi ha portato indietro, anche a ricordi che ormai credevo dimenticati. Una cosa voglio ricordare di quel tempo: la passionalità con cui abbiamo vissuto le prime assemblee scolastiche (frequentavo il terzo anno dell'ITIS), i primi 'scioperi', le interminabili discussioni sulla politica, sulla religione; alla fine la testa faceva male e a volte si perdeva perfino il filo del discorso iniziale. Rimpianto? Mah! Non so. Ma quando sento parlare di quegli anni o qualche canzone che mi ha segnato, mi sento un groppo...

submit:      Invia    

---------------------------------------------------------------------------
on Thursday, July 14, 2005 at 16:41:36
---------------------------------------------------------------------------


citta: verona

nome: mario

oggetto: anni '60

testo: ciao a tutti,che dire, bellissimo sitoed anche un bel tuffo nel passato.....già sono proprio tanti anche se ancora oggi la mente è continuamente presa da quei momenti, da quella musica...Negli anni '60 Verona era chiamata la Liverpool del nord Italia, nei vari scantinati ci suonavano qualcosa come 300 complessini, tanta "musica", tanta passione e....pochissimi soldi.Chitarre acustiche e fustini Dixan come primitiva batteria, da non credere eh?
Pochissimi soldi, forse questa è stata la chiave nascosta che univa noi ragazzi, senza una lira ti inventi e trovi il piacere dell'amicizia e della condivisione, non ci sono invidie, tutti con le stesse possibilità
tutti con la voglia di cambiare stò mondo, haimè , purtroppo ancor oggi sempre con tanti ideali ma pochi risultati...
alla prossima, ciao !
mario
 
p.s.Richiesta all'autore:posso utilizzare alcune parti del tuo articolo per inserirle in un eventuale canovaccio di collegamento a canzoni anni 60 che faremo in un futuro spettacolo?grazie

submit:      Invia

In risposta: Conoscendo bene l'autore pensiamo proprio che non ci sia naturalmente nessun problema per utilizzare le parti che ritieni più adatte.
Hanno utilizzato queste pagine anche per farci tesi di laurea o giornalini scolastici e altro ancora. Per cui nessun problema.
Vorrà dire che quando sarai pronto con il tuo spettacolo sarà nostro piacere poterlo vedere.
A presto

staff maialino.it

---------------------------------------------------------------------------

on Friday, July 01, 2005 at 08:58:19
---------------------------------------------------------------------------


nome: Terry

oggetto: tesina

testo: Io non ho nulla da ricordare, sono nata nell'86. Direte che c'entri qui? beh, mi sto diplomando, la mia tesina è "LA GRANDE SVOLTA AANI '60,, ci siete voi quindi, le cocntestazioni studentesche e i vs ricordi.. ciao

submit:      Invia    

---------------------------------------------------------------------------
(mikydapote@virgilio.it) on Friday, June 17, 2005 at 23:50:53
---------------------------------------------------------------------------


citta: lucera

nome: miky

oggetto: ma perchè non dormi fratello

testo: La cantava Sergio Endrigo, io avevo pochi anni, ma la ricordo ancora e non sono più riuscito a riascoltarla.
 
(e neanche a trovarla per scaricarla..)
 
mi aiutate ??????

submit:      Invia    

---------------------------------------------------------------------------

(leo@portfolioitalia.com) on Tuesday, June 07, 2005 at 22:40:49
---------------------------------------------------------------------------


citta: torino

nome: leonardo

oggetto: anni '60  ....che meraviglia!!!!

testo: Ciao, ho letto i vari pezzi sulle annate degli anni '60 ed essendo nato nel 1948 nella stragrande maggioranza dei casi mi sono riconoscciuto nell'autore. Qualche differenza l'ho trovata è ovvio ma direi che la realtà era quella che abbiamo avuto il piacere di leggere. Le mie piccole differenze erano che, grazie a mio padre, avevo qualche soldino in più in tasca e cio' mi consentiva di acquistare dei 45 giri al di la' di quelli dei cantanti o gruppi che andavano per la maggiore, ricordate l'etichetta ARC creata dalla RCA per lanciare la linea giovane di quel periodo, e quindi ho avuto dei dischi che onestamente non so quante copie abbiano venduto oltre la mia, uno per tutti per non dilungarmi Fabrizio Capucci( Carneade chi era costui di manzoniana memoria ). Un'altra differenza è che non son riuscito mai a suonare qualcosa più di un fischietto e quindi non ho mai posseduto uno strumento, tutto ciò nonostante una convivenza casalinga con uno zio brillantissimo pianista ed uomo d
i piano bar degli anni 50/60 per cui seppur da bambino ho avuto la fortuna di conoscere diversi artisti del mondo torinese.
I miei anni '60 sono iniziati con le prime cover di un lungimirante Celentano e sono proseguiti con gli anni d'oro dal 64 a seguire quando in alcuni casi le nostre cover (Paoli in quel periodo non era ancora apprezzato credo più per gli atteggiamenti che per le canzoni ) hanno avuto poco da invidiare agli originali. Non concordo molto sul giudizio dato riguardo all'Equipe 84 ( al di là della sfortunata esibizione di cui si fa cenno ), ritengo Vendelli almeno un palmo superiore agli altri tre suoi colleghi e probabilmente se avesse avuto insieme a se un paio di artisti del suo valore si sarebbe potuto creare un complesso con nulla da invidiare a pari formazioni di oltremanica od Oceano. Chiudo per non essere logorroico dicendo che per me è stato un periodo meraviglioso e magari se non disturbo scriverò ancora.

submit:      Invia    

---------------------------------------------------------------------------
(saracino_siculo@hotmail.com) on Monday, May 09, 2005 at 00:47:31
---------------------------------------------------------------------------


citta: roma

nome: tino

oggetto: W gli anni 50-60 e la vita  di american graffity

testo: volevo rispondere a carla da verona , io ho 36 anni e adesso purtroppo vivo a roma. Negli anni 80 dai 16 ai 21 anni ho avuto la fortuna di vivere a catania ...perchè in quegli anni (e che io sappia ancora oggi) a  catania  vie era una   fortissima  moda anni 50-60 , dall'abigliamento (rockabilly) vi era  una discoteca dove  si ballava solo  musica  di elvis-jerri lee lewis- e   tutta la colonna  sonora di american  graffity ...io  facevo   parte  di una comitiva  rockabilli di  circa  25 elementi (ragazzi e ragazze) dove  tutti  giravamo con  moto castum  e   per  quelli già  maggiorenni  con  macchine   tipo   maggioloni  cabrio opportunamente colorati , nel  nostro  gruppo   vigeva  la  semplicità , l'amore per le  ragazze, i  balli   digruppo  con il "passetto" che  ancora oggi a  catania si   balla  d'incanto quanto  in discoteca qualcuno   mette  il pezzo  famoso  di Dion "The  Wanderer" (ovviamente anni 1956   mi  fa piacere che anche la  nuova generazione  apprezza queste cose .
...a  dimenticavo a  catania  in tutto il  territorio  nazionale   esiste l'unica  radio  che trasmette  24h musica anni 50-60 radio   graffity ,  l'unica ispiratasi al  famoso film con il mitico  lupo solitario ....baci e w gli anni 50-60

submit:      Invia    

---------------------------------------------------------------------------
 (aldopastore@libero.it) on Sunday, May 08, 2005 at 20:48:09
---------------------------------------------------------------------------


citta: taranto

nome: aldo pastore

oggetto: Gino Santercole

testo: Sono legato anch'io agli anni 6o-70.
Mi piaceebbe trovare una canzone, BELLISSIMA, di gino santercole: in italiano é MA CHE FREDDO FA STASERA el'ha cantata nel film yuppi du-
In inglese il titolo: Such a cold night tonight .
Se poteste aiutarmi a trovare almeno la base , sia midi che wave e con il testo vi sarei grato.
Grazie naticipatamente
Aldo Pastore www.hintoccabili.it


submit:      Invia    

---------------------------------------------------------------------------
on Monday, May 02, 2005 at 12:26:30
---------------------------------------------------------------------------


citta: Biella

nome: Marco

oggetto: Eh gli anni 60

testo: Salve a tutti.
Purtroppo io gli anni 60 non li ho vissuti, ma ho vissuto gli anni 90, che orrore, credo siano i più brutti musicalmente parlando del secolo.
Però, considerando che non vedo bene questi anni, io mi sento ancora nei sixties appieno, andando in giro con i capelli alla Martin Balin dei Jefferson e barba rigorosamente non tagliata (a parte per qualche uscita).
Perfino mio padre, che è vissuto per lo meno negli anni 70, mi dice "Tagliati i capelli, che sembri uno scemo". Stranezze.
Ovviamente, se devo parlare di musica, mi rifaccio a tutto quello che ora viene definito psichedelia, una volta invece chiamato "Musica di sottofondo mentre mi sparo un acido". Wow. I Jefferson al primo posto, al secondo i Grateful, dopo il rock progr degli anni 70. Ma questa è un'altra storia. 
I Beatles li amo dopo alcuni pezzi come Lucy In The Sky With Diamond, loro bibbia psichedelica, altri pezzi invece li ritengo troppo commerciali.
Ormai, a parte il metal, di serio non c'è più nulla. Personalmente ho sempre trovato molto idiota ascoltare dei gruppi che dicono solo six six six, si vestono di nero da fare ribbrezzo ad un becchino e vanno in giro a comunicare ai ragazzini "Tagliatevi le vene in favore del Dio Metallo", però a volte qualcosa di buono esce, come l'ultimo dei Cradle of Filth - Nymphetamine.
Però è sempre bello andare in giro per la mia  natia Biella e sentirsi dire da tutte le ragazze che vanno perennemente in discoteca e si vestono con migliaia di Euro di vestiti "Aggiornati, sei troppo out!".
Una volta c'era il Fillmore a San Francisco e in altre parti del mondo, ora ci sono milioni di discoteche. Questo significa aggiornarsi.
DOpo questa divagazione, me ne vado all'università..lettore mp3, Jefferson Airplane dentro, ray-ban in tasca, e via con un pezzo di sixties nelle orecchie.
 
submit:      Invia    

---------------------------------------------------------------------------
on Saturday, April 16, 2005 at 14:17:23
---------------------------------------------------------------------------

citta: genova

nome: luca

oggetto: canzone sperduta

testo: ...nei miei ricordi di bambino...
credo si chiamasse flash ed era un pezzo....direi solo strumentale vorrei rivisitarlo a 25 anni di distanza perchè nel frattempo la mia chitarra me lo ha chiesto...:)))
baci a tutti

submit:      Invia    

---------------------------------------------------------------------------
(carolasperi@yahoo.it) on Monday, April 11, 2005 at 00:49:28
---------------------------------------------------------------------------

citta: Verona

nome: Carola

oggetto: ANNI 60... PER SEMPRE!

testo: Ciao a tutti.. anchh'io ho letto qesto stupendo articolo sugli anni 60 anche se con un pizzico di invidia per chi l'ha scritto e vissuto in quel periodo.
Quando ho visto questo forum mi si è aperto il cuore.. io ho 21 anni e ciò che più desidero è avere una macchina del tempo per tornare a quei favolosi anni.. tutto era più bello, c'erano dei valori per cui lottare, bella musica i giovani si divertivano veramente.. non so ma la mia generazione mi piace sempre meno, abbiamo tutto, nn ci manca niente, ma siamo tutti terribilmente SOLI. Una sola cosa: nel forum nessuno parla del mio unico grande amore.. ELVIS PRESLEY!! Non dimentichiamolo... è stato il numero uno. Per favore se la pensate come me mandatemi una mail.. mi farebbe veramente felice.

submit:      Invia    

---------------------------------------------------------------------------
on Wednesday, February 23, 2005 at 10:05:45
---------------------------------------------------------------------------

citta: Genova

nome: Samantha

oggetto: Anni 60

testo: Ciao!Ho letto il decennio anni 60 e devo fare i complimenti a chi l'ha scritto.Mi ha coinvolto e per un momento mi sono catapultata nei mitici anni 60.
Ho 20 anni e sono una fan di quel periodo.Vestiti,musica,stile di vita.Grazie davvero a chi ha scritto quelle cose.Samantha

submit:      Invia    

---------------------------------------------------------------------------
on Tuesday, February 15, 2005 at 16:26:10
---------------------------------------------------------------------------


citta: ACIREALE

nome: tano

oggetto: MERAVIGLIOSI PRIMI ANNI'60

testo: QUANTI SONO STATI BELLI QUEGLI ANNI FAVOLOSI!!IO ERO ANCORA ADOLESCENTE,MA HO DEI BELLISSIMI RICORDI!!GAETANO.

submit:      Invia    

---------------------------------------------------------------------------
on Sunday, February 13, 2005 at 13:59:33
---------------------------------------------------------------------------


citta: bergamo

nome: michela

oggetto: anni 60

testo: Quanto vorrei in questo momento trovarmi in un prato verde circondata da persone come me con un sottofondo dei pink floyd dei doors di bob dylan o di altri cantanti rock.Quanto vorrei svegliarmi e scoprire di essere tornata nel 68 dove i giovani credevano davvero di poter cambiare il mondo mentre oggi mi ritrovo circondata da ragazzini che pensano solo alle cose materiali che non sanno apprezzare i veri valori della vita e che credono che io sia strana solo perchè di animo hippy... Il mio unico sogno ora sarebbe quello di riunire tutte le persone che sono nate troppo tardi per godersi la vera vita e tornare a far rinascere i veri hippy...

submit:      Invia    

---------------------------------------------------------------------------
on Sunday, February 06, 2005 at 23:30:33
---------------------------------------------------------------------------

citta: Roma

nome: Calipso

oggetto: regret

testo: La cosa che più rimpiango della mia vita, e che temo non smetterò mai di rimpiangere, è di essere nata nel periodo sbagliato, probabilmente anche nel paese sbagliato. Ho diciott'anni, vivo a Roma, sono pazza per i Pink Floyd e per tutto ciò che sappia di anni 60 e 70: e forse mi sbaglio, forse esagero, ma vedo la mia generazione come una delle più passive, sfiduciate e schiavizzate che il mondo abbia mai conosciuto. E non credo che, con i tempi che corrono, sia il caso di star fermi, di subire, o anzi di lasciarsi abbindolare e di adeguarsi. Sogno gli hippies, sogno lunghi viaggi on the road, grandissimi concerti rock, splendida musica, amore, passione, colori, libertà, avventura, trasgressione, indipendenza, voglia di vivere, sfrontatezza. Cosa mi resta di un'epoca che non ho mai vissuto, se non una nostalgica venerazione? Ah, se fossi nata nel 50, magari proprio in America...Perché non posso smettere di chiedermi come sarebbe stato, e di affligermi quando realizzo che invece
 è andata diversamente. Cosa potrei fare, e potrei fare qualcosa? Oltre che imitare il look di quella fervente gioventù ed ascoltare la loro musica cosa potrei fare per sentirmi più parte di essa, magari per sentirmi meno sola, per "cambiare qualcosa"?
Intanto posso provare a sfogarmi qui, e magari trovare qualcuno che la pensi più o meno allo stesso modo...Perché, che ve lo dico a fare, non conosco nessun coetaneo che concordi minimamente con me in questo senso. Perciò se volete scrivetemi (lifexmiro@hotmail.com), e nel frattempo mando un abbraccio a tutti voi, ;-)

submit:      Invia    

---------------------------------------------------------------------------
on Wednesday, February 02, 2005 at 00:37:46
---------------------------------------------------------------------------

citta: Milano

nome: Gianni

oggetto: Si può ancora

testo: La sensazione che si respirava in quegli anni era quella di "potercela fare". LA sensazione che si potesse davvero cambiare il mondo con le idee, le parole e, soprattutto, la musica. Si sentiva nell'aria che era "la fantasia al potere", e che i conformismi, le guerre e tutto il vecchio mondo stantio stava cedendo davanti a una marea di giovani che rispondevano cantando a tutti gli ostacoli. Questo era: "LA SENSAZIONE DI POTERCELA FARE". E i musicisti di allora comunicavano questa senzazione e catalizzavano queste idee con messaggi che erano bamdire: "ALL WE ARE SAYING IS GIVE PEACE A CHANCE".
Siamo ancora tutti qui e potremmo ricreare lo stesso spirito. Forse sembra impossibile, ma era esattamente questa la lezione di Lennon quando cantava: "you may say I am dreamer, but I am not the only one".
Non è passato niente, siamo eternamente giovani, perché ci voglioni molti anni per diventare veramente giovani. :-)
Gianni

submit:      Invia    

---------------------------------------------------------------------------
on Tuesday, February 01, 2005 at 22:02:30
---------------------------------------------------------------------------

citta: TARANTO

nome: ANDREA

oggetto: SIXTIES

testo: OKAY RAGAZZI, C'E' QUALCOSA CHE NON VA. SONO NATO NELL'87 INVECE CHE NEL 47. OH! DIO!!! VEDI CHE TI SEI SBAGLIATO...NIENTE CI HO PROVATO A DIRGLIELO, MA MI LASCIA DOVE STO. VABBE', FORSE NON ANDRO' MAI AL MONTEREY FESTIVAL, O A WOODSTOCK, NON MI FUMERO MAI UNA CANNA AL GOLDEN GATE PARK DI SAN FRANCISCO, MA CAZZO NEL 2005 CHE FA UN HIPPIE NATO 40 ANNI DOPO? VADO IN DISCOTECA DOVE NON SI PUO' PARLARE, SI BALLA SOLAMENTE? RAGAZZI, IL DIALOGO E' TUTTO, QUESTO ME LO CHIAMATE DIVERTIMENTO? SE INIZIO A PARLARE DI FILOSOFIE DI VITA AI MIEI COETANEI MI DANNO DELL'IDIOTA... CAZZO, IO TI DICO CHE VIVIAMO IN UNA PRIGIONA DORATA, CHE BISOGNA APRIRSI LA MENTE, O SI RIMANE CHIUSI NEI PROPRI CLICHE', E TU MI DICI CHE DICO CAZZATE??? MHA, STA DI FATTO CHE MENTRE SCRIVO ASCOLTO THE END DEI DOORS, E IL GRIDO DI RIBELLIONE DI JIM MI SERVE SOLO A FORTIFICARMI. AMMETTO PERO' DI SCORAGGIARMI QUANDO VEDO QUESTI INSULSI COETANEI SENZA VALORI. MA CE NE' DI GENTE COME ME, DEVE FARSI SENTIRE, PERCHE' NOI
 PENSIAMO DI ESSERE PIU' LIBERI DELLA GENERAZIONE CHE SI RIBELLO' AI CONSERVATORI NEI '60, MA SIAMO SCHIAVI DELLE NOSTRE ECCESSIVE LIBERTA'. QUA CI VUOLE UN NUOVO CAMBIAMENTO. NON E' UN GIOCO DA RINCITRULLITI, FACCIAMO FINTA CHE STIAMO A WOODSTOCK E CAZZATE DEL GENERE... NON DICO CHE DOBBIAMO COPIARE GLI HIPPIES DEL '60, SENNO' MI SCADE A MODA (E MOLTI CI CASCANO SENZA ACCORGERSENE). PUOI ESSERE HIPPIE NEL 2000 COME NEL '67, DEVI VOLERLO MA CAZZO, QUANDO PARLO COL COETANEO MEDIO MI VIENE LO SCORAMENTO... OGGI A SCUOLA: RAGAZZI, IL PROFESSORE CI HA CARICATO DI COMPITI, DANDOCI UNA VERSIONE DI LATINO E UNA DI GRECO. IO COSI' MICA POSSO ANDARE A SUONARE CON GLI ALTRI (BATTERISTA DEI "WINGS"...)! DOBBIAMO DIRGLIELO, UN CONTO E' STUDIARE, UN ALTRO ANNULARE IL PROPRIO MONDO. RISPOSTA:NO, NON DICIAMO NIENTE SENNO' SI ARRABBIA (CHE GENERAZIONE DI CAGASOTTO...). CHE SI ARRABBIASSE PURE, ALLORA IO DOMANI A SCUOLA NON VENGO, E SI VA AVANTI COSI' FINO A CHE QUELLO STRONZO TUTTO CHIACCHERE E DIST
INTIVO (O MEGLIO, REGISTRO) NON SI APRE AL DIALOGO. VABBE', IL SUCCO E': FATEVI SENTIRE, LE COSE DEVONO CAMBIARE, QUA SIAMO NELLA MERDA, SIAMO SCHIAVI DI NOI STESSI! CIAO BELLI, PACE E AMORE A TUTTI, E CHE SIATE LIBERI DENTRO. NON E' DIFFICILE, BASTA VOLERLO...

submit:      Invia    

---------------------------------------------------------------------------
on Friday, January 14, 2005 at 23:49:20
---------------------------------------------------------------------------


citta: Bruno

nome: Sergio

oggetto: ricordi

testo: Nel 1965 al Piper di Roma ho visto e sentito i grandi Rokes cosa da lasciarti folgorato per tutta la vita poi a Rimini al cantagiro da sturbo e nel 1969 al teatro Parioli per una settimana consecutiva alla fine il direttore me li ha presentati a momenti morivo d'infarto.Adesso sono molto migliorato ho dischi e cd dei Rokes per tutta casa .Ciao a tutti!!

submit:      Invia    

---------------------------------------------------------------------------
(frenata@hotmail.com) on Monday, January 03, 2005 at 10:05:08
---------------------------------------------------------------------------


citta: Trieste

nome: Renata

oggetto: Donovan

testo: Ciao a tutti. Il mio moroso suona la chitarra. A capodanno gli hanno detto che somiglia Donovan. Scusate l'ignoranza ma conosciamo solo il nome. Non sono riuscita a trovare un sito su di lui in italiano. Qualcuno mi sa segnalare uno? Grazie, buon 2005!

submit:      Invia    

---------------------------------------------------------------------------
on Wednesday, December 22, 2004 at 20:00:20
---------------------------------------------------------------------------

citta: Padova

nome: Alessandro

oggetto: Gibson "Diavoletto" ???

testo: E' forse il soprannome dato al modello SG, con le sue spalle mancanti simmetriche ed acute tipo cornetti ? Essendo io nato tre mesi prima della tragica dipartita di Jim Morrison ho letto con vero piacere questa cronistoria del decennio "sixties" visto dalla tua visuale di ragazzo: mi ha dato una summa davvero simpatica di quel periodo. Bravo !

submit:      Invia    

---------------------------------------------------------------------------
on Wednesday, December 15, 2004 at 15:46:57
---------------------------------------------------------------------------

citta: Genova

nome: mirco

oggetto: NON trattarmi male l'equipe 84

testo: Caro Maialino,
ho tanti anni quanto te (sono del 49)e come te assistetti nel giugno del 1965 al CONCERTO dei miei amatissimi Beatles che la sera (che pazzesco fu aspettare sera per andare a vederli e  sentirli)esordirono al Palazzo dello sport con "Twist and Shout".
Inutile dire che mi hanno guidato fino ad oggi insieme a pochi altri.
IN ITALIA invece, amico caro, sono sempre stato guidato dai Vandelli, dai Ceccarelli , dai Sogliani(prima c'era un certo Romano ecc) e dai Cantarella OVVERO dall'EQUIPE 84.
NON TI permetto quindi(naturalmente ti "Riprendo"su quello che hai scritto dell'Equipe MA scherzosamente, ovviamente)di sparlare dei miei idoli italiani.
Premesso che dell'Equipe 84 ho tutto ciò che hanno inciso e che li ho visti E SENTITI mi pare  4 volte, vorrei contraddire il tuo pensiero su quello che loro furono e rappresentarono.
Vandelli & C hanno inciso dei pezzi bellissimi e geniali e, spesso, molto migliori di quelli originali.Un esempio per tutti è Pappa e Mammà.
Vorrei aggiungere che prima di 29 Settembre e nel Cuore nell'anima, l'Equipe 84 incise con una marea di successo i seguenti pezzi:
- Quel che ti ho dato (cover dei Rolling stones..)
- Prima di cominciare (cover)
- Ora puoi tornare (cover)
- La fine del libro (cover)
- Alti nel cielo
- Da Domani
- Notte senza fine (Festival di Napoli,ottima
- Se tu mi cercherai (Festival Sanremo)
- E TANTE ALTRE  PRIMA DI ARRIVARE A 29 SETTEMBRE UN ANGELO BLU TUTTA MIA LA CITTA'....
Dirò inoltre che, come ti dicevo, l'Equipe 84 li ho anche vuisti e sentiti (e anche letti). Ti assicuro che i coretti di Franco Ceccarelli e la capacità di inventiva e velocità delle dita di Vandelli su una splendida Gibson azzurra con amplificatori Fender non erano da meno di tanti altri.Sicuramente meglio di tutti i gruppi italiani dell'epoca (tolto forse qualcuno tipo il tastierista dei Dik Dik o Nico di Palo dei New Trolls naturalmente...
Ti saluto caramente e COMUNQUE: complimenti per il sito.    
 
 submit:      Invia    

---------------------------------------------------------------------------
on Saturday, December 11, 2004 at 21:44:28
---------------------------------------------------------------------------

citta: Varazze

nome: Laura

oggetto: I Beatles sono meravigliosi

testo: E' da quando avevo 12 anni che amo il gruppo "THE BEATLES" e ora che ho 17 anni ho la stessa passione di una volta.
Le canzoni dei Beatles sono magnifiche e nessun gruppo riuscirà a fare delle canzoni stupende perché non possono competere con i Beatles.
Grazie mille Beatles  grazie di cuore

submit:      Invia    

---------------------------------------------------------------------------
on Friday, December 03, 2004 at 21:48:13
---------------------------------------------------------------------------

citta: Enna

nome: Dany

oggetto: IN MY LIFE

testo: Ciao a tutti...che bello scoprire che ci sono migliaia di persone completamente diverse da te ma con un solo elemento in comune...la passione per i BEATLES...le emozioni che mi regalano sono immense e immortali. Amo questo gruppo con tutto il mio cuore. Paul McCartney una volta ha detto che non avrebbe potuto scegliere fra le sue canzoni la preferita perchè sarebbe come scegliere tra i suoi figli. Non voglio essere presuntuosa, ma è così...adoro dalla prima canzone fino all'ultima di questo meraviglioso gruppo! Grazie fab4

submit:      Invia    

---------------------------------------------------------------------------
(sbruno52@virgilio.it) on Saturday, November 13, 2004 at 03:19:11
---------------------------------------------------------------------------


citta: Roma

nome: Bruno

oggetto: ricerca

testo: C'è qualcuno che si ricorda ancora dei mitici The Rokes ?

submit:      Invia    

---------------------------------------------------------------------------
 (claim50@libero.it) on Friday, November 12, 2004 at 18:24:33
---------------------------------------------------------------------------


citta: Parma

nome: Claudio Aimi

oggetto: i miei anni 60

testo: Ci chiamavamo Mc Punch, quel Mc. in onore di Paul Mc Cartney ed il più grande dei quattro ero io ed avevo 16 anni. Era il 1966
e per suonare, anche solo un paio di pezzi, eravamo disposti a pagare il biglietto d'entrata nel locale dove ci avrebbero lasciato esibire. Tempi incredibili e pieni di magia i miei anni giovani e beat.
Un baci a tutti quelli che li vogliono indimenticabili.  Claudio Aimi

submit:      Invia    

---------------------------------------------------------------------------
(beatles1962@libero.it) on Monday, October 18, 2004 at 15:40:26
---------------------------------------------------------------------------


nome: Laura

oggetto: Beatles e Paul Mc Carttney

testo: Ciao.
Se volete parlare di Beatles o Paul Mc Cartney ecco la persona giusta per voi.
Sono una ragazza che adora i Beatles e il mitico Paul.
Aspetto con le vostre e-mail.
Ciao a presto

submit:      Invia    

---------------------------------------------------------------------------
(pat.romani@virgilio.it) on Thursday, October 14, 2004 at 23:05:11
---------------------------------------------------------------------------


nome: Pat

oggetto: amo battisti

testo: non potro mai rimpiangere anni ke non ho vissuto...........ho 20anni e penso ke cm lui nn esiste nessuno!se qualc ha del materiale...o ha voglia di parlare un po della sua musica..mi mandi una mail:
pat.romani@virgilio.it

submit:      Invia    

---------------------------------------------------------------------------
(gian@bipieltel.it) on Thursday, September 30, 2004 at 01:45:56
---------------------------------------------------------------------------


citta: rubiera

nome: giancarlo

oggetto: info

testo: forse tu puoi sapere ...c'era una canzone solo suonata intorno agli anni 70 si intitolava flash...sai qualcosa del gruppo o qualche link che mi dia notizie ......grazie il sito è bellissimo

submit:      Invia    

---------------------------------------------------------------------------
on Wednesday, August 18, 2004 at 17:11:22
---------------------------------------------------------------------------


citta: savona

nome: piero

oggetto: rolling,beatles,kinks,animals,them ecc...

testo: Posso dire "Io c'ero"quel fatidico 1967 al palasport di Genova...ce l'ho ancora fotografati davanti agli occhi quei 5 e non me lo scorderò finchè sarò su questa terra.Mi ricordo in particolare Brian Jones seduto su una sedia mentre suonava la sitar o qualcosa di simile,e Mick che si metteva delle rose in mezzo alle gambe e le gettava a tutti poliziotti compresi.Mi ricordo che li presento un personaggio che nulla aveva a che fare con il rock (forse  Silvio Noto) e che oltre ai New Dada e Albano che ci ruppe le orecchie con Nel Sole si esibirono con gran successo e molta tecnica  hendrixiana i genovesi New Trolls i Giganti e molti altri che appena riesco a coordinare le idee vi riferirò...Qui nella zona di Savona (a parte la ciolla e le bagasce di Balbontin che spopola  letteralmente) il Beat è molto vivo e seguito anche dai giovanissimi, però anche i Beatles hanno il loro posto d'onore qui poichè una bella fanciulla di Liverpool compagna di  scuola  di Lennon e soci andò in spo
sa al grande Fred,cioè il proprietario di uno dei locali più  in voga nella riviera di ponente: il Black Bull.La signorina inglese  si recò in villeggiatura a Spotorno e conobbe appunto il signor Fred (che odiava letteralmente i capelloni e  ibeat) e lo sposò,nel frattempo i Beatles diventarono famosi e non si dimenticarono della loro amica e ad ogni tour le spedivano fior di cartoline indirizzate al Black Bull di Spotorno.Erano talmente amici che   sia Paul che George le telefonarono per auguri vari,    una volta rispose  il signor Fred che per nulla emozionato li mandò al diavolo.Naturalmente il matrimonio durò poco e quando i Beatles vennero in tour in Italia la bella inglesina ricevette direttamente da loro l'invito per il concerto che si tenne al palasport della vicina Genova,la cosa curiosa è che dopo il concerto andarono tutti e cinque nudi a fare il bagno notturno a Varazze...a volte ripenso allo stupore dei ragazzi che si  videro arrivare in spiaggia iQuattro più una di Liver
pool  e che si mettono a giocare e nuotare insieme a loro...Incredibile,irripetibile fortunato chi allora si trovava di notte in spiaggia a Varazze...Inutile dire che di li a poco la bella inglesina fece le valige scaricando letteralmente il signor Fred e le sue idee conservatrici e repressive per tornarsene libera a Liverpool ...Spero di non avervi stufato con questa  vicenda locale che penso rientri nel contesto dell'epoca favolosa del Beat         Salutoni                   Piero Secomandi        Savona

submit:      Invia    

---------------------------------------------------------------------------
(Ilario84@jumpy.it) on Saturday, July 17, 2004 at 22:44:32
---------------------------------------------------------------------------


citta: catania

nome: Ilario

oggetto: stufo

testo: ciao sn un ragazzo di 20 anni.la musica per me è una parola molto bella anche perchè mi piace molto e ascolto molto la musica degli anni '60'70 e via dicendo..io mi domando..ma c'è qualche ragazza/o che le piace ancota tutt'ora la musica di quel tempo??un cantante per cui vado pazzo e Lucio Battisti..a qualcuno di voi gente piace questo cantante??rispondetemi...

submit:      Invia    

---------------------------------------------------------------------------
on Sunday, July 11, 2004 at 16:01:16
---------------------------------------------------------------------------

citta: toronto canada

nome: maria

oggetto: ricordi della gioventu

testo: io ho 54 anni i miei ricordi piu' belli della musica sono gli anni 60 fino al principio degli anni 80 si puo' parlare di musica,ma da dopo dove' la musica? e dove sono i cantanti? io per musica intendo melodia non frastuoni!grazie per avermi dato la possibilita' di esprimere il mio parere

submit:      Invia    

---------------------------------------------------------------------------
(emmangel@libero.it) on Wednesday, July 07, 2004 at 11:04:17
---------------------------------------------------------------------------


citta: Genova

nome: Manu

oggetto: Mini gonna

testo: Ciao a tutti! Sto facendo una ricerca  sui 40 anni (1964) della minigonna: vorrei sapere dalle 20enni di allora cosa ha rappresentato l'avvento della minigonna e come ha cambiato la moda e le abitudini di allora. Qualcuna mi può aiutare?

submit:      Invia    

---------------------------------------------------------------------------
(dflat58@yahoo.it ) on Monday, May 31, 2004 at 16:42:38
---------------------------------------------------------------------------

citta: Milano

nome: Vanni

oggetto: Rolling Stones in Italia 1967

testo: Scrivo a nome di un Italian Rolling Stones Fans Club. Cerchiamo gente che abbia assistito ad uno degli 8 concerti svoltisi in Italia nel 1967. In particolare vorremmo conoscere le setlists dei vari concerti, chi furono i supporters (sappiamo che ci fu Albano, Fiammetta, i New Dada) e cosa cantarono. Insomma, qualunque informazione è welcome.
 

submit:      Invia    

---------------------------------------------------------------------------
on Monday, April 26, 2004 at 01:02:53
---------------------------------------------------------------------------


citta: Savona

nome: Nello

oggetto: Tributo ai cantanti e ai complessi della "Beat Generation"

testo: Negli anni 60 facevo il musicista (bassista, batterista chitarrista e cantante) in vari complessi della "Beat Generation" e quindi ho avuto modo di conoscere un pò tutti i cantanti e i complessi italiani e stranieri di quell'Epoca. C'era molta solidarietà fra di noi e ci si aiuta a vicenda quando qualcuno si trovava in difficoltà. Per tutti i bei ricordi che conservo con nostalgia, voglio dare i mio tributo a tutti i cantanti e i complessi italiani e stranieri della "Beat Generation".
 
Saluti Beat, Nello

submit:      Invia    

---------------------------------------------------------------------------
on Sunday, April 25, 2004 at 18:40:24
---------------------------------------------------------------------------


citta: vicenza

nome: enza

oggetto: hippies

testo: ciao a tutte e tutti...riscrivo ancora.ho letto la biografia ufficiale dei queen e un'altro libro sempre su mercury.ma devo proprio essere così sfigata da non averlo manco potuto conoscere?????e poi io sono nata l'anno in cui loro sono venuti a milano (1984).vorrei essere almeno 20 anni più vecchia.
se qlc vuol scrivermi ecco il mio indirizzo: freddiemercury18984@interfree.it
e ricordate SPREAD YOUR WINGS!

submit:      Invia    

---------------------------------------------------------------------------
on Saturday, April 24, 2004 at 02:08:10
---------------------------------------------------------------------------


citta: Savona

nome: Nello Villa

oggetto: I meravigliosi anni 60

testo: Mi complimento vivamente con tutti i giovani che amano e apprezzano la musica degli anni 60 che, per me, resterà per sempre la migliore in assoluto!
Io ho 54 anni e provo una grande nostalgia per anni '60 che sono stati i migliori anni della mia vita!
Sono nato a Genova e nel 1963 ho iniziato come musicista (bassista, batterista, chitarrista e cantante) a far parte di vari gruppi della "Beat Generation" (The Cats Fisches, The Messengers, The Shopping...), suonando brani di complessi famosi (Beatles, Rolling Stones, Animals, Beach Boys, Cream, Yardbirds, Monkess, Spencer Devis Group...) e facendo da supporto a vari cantanti e complessi "Italian Beat" (Caterina Caselli, Paty pravo, Mal & The Primitives, Maurizio e i New Dada, I Camaleonti, i Corvi, etc.).
A quel tempo frequentavo Ivano Fossati (che allora faceva il musicista), Nico Di Palo (che allora suonava nel complesso dei "Bats"), Marco Zuccheddu e Bambi Fossati (che suonavano nel complesso dei "Cleanman")e altri musicisti.
Purtroppo, col passare degli anni, ognuno di noi ha preso la sua strada e non ci si incontra più...
 
Un caro saluto a tutti!
 
Nello Villa 
 
http://stage.vitaminic.it/nello_villa

submit:      Invia    

---------------------------------------------------------------------------
(sandrob48@aliceposta.it) on Sunday, April 18, 2004 at 19:33:18
---------------------------------------------------------------------------


citta: Tolentino

nome: Sandro

oggetto: Brano musicale  intitolato 30 - 60 - 90

testo: Negli anni 60 in un giu box ascoltavo sempre questo brano intitolato 30  60   90. Mi ricordo di questo brano dal curioso titolo e che era di sola musica di tipo rock era un complesso straniero,la sto cercando da molto tempo nei mercatini di anticquariato ma non ci riesco saprete aiutarmi a rintracciarla e nel frattempo in attesa vi porgo i miei cordiali saluti.
 
              sandrob48

submit:      Invia    

---------------------------------------------------------------------------
on Tuesday, April 13, 2004 at 00:03:06
---------------------------------------------------------------------------

citta: Napoli

nome: Federico

oggetto: home page anni 60

testo: Volevo solo farvi i complimenti per questa spendida pagina che mi ha fatto ricordare un periodo bellissimo. Ci si divertiva con pochi soldi, si credeva nellle utopie, c'era la voglia di fare. Ma li vedete in faccia i ragazzi di oggi ? Sembrano sempre, nelle migliore delle ipotesi, annoiati, sempre in giro a "divertirsi" nelle discoteche,indifferenti a tutto, senza ideali... meglio che mi fermo. saluti

submit:      Invia    

---------------------------------------------------------------------------
on Sunday, April 04, 2004 at 13:59:40
---------------------------------------------------------------------------


citta: Cairo Montenotte(Savona)

nome: Aldo Bozzolasco

oggetto: ringraziamento

testo: Grazie per la magnifica rievocazione di quell'epoca irripetibile,e non mi riferisco all'età ...

submit:      Invia    

---------------------------------------------------------------------------
(paulmccartney84@interfree.it) on Saturday, March 06, 2004 at 13:53:35
---------------------------------------------------------------------------


citta: vicenza

nome: federica

oggetto: beatles beatles beatles

testo: Ciao sono una ventenne vicentina innamorata pazza dei beatles (specie di paul) e di tutta la musica degli anni 60!!!!!!!
La trovo a dir poco meravigliosa per fortuna che è esistita perchè le canzoni che ci sono in giro ora fanno pietà...
se volete scrivermi questa è la mia e mail: 
paulmccartney84@interfree.it
ciao federica

submit:      Invia    

---------------------------------------------------------------------------
on Saturday, February 28, 2004 at 18:33:37
---------------------------------------------------------------------------


citta: vicenza

nome: enza

oggetto: gli anni '60

testo: anche se sono una ventenne del 2004,io vorrei averli avuti negli anni 60 i 20 anni...quelli si che erano bei tempi!!!!!adesso sono semplicemente costretta a sbavare sulle foto di queen e beatles e sulla loro musica!!!!!

submit:      Invia    

---------------------------------------------------------------------------
on Sunday, January 04, 2004 at 17:47:26
---------------------------------------------------------------------------


citta: Modena

nome: Manuela

oggetto: Mi manca molto il mio tempo.

testo: Bè, che dire? quando vedo questi siti da un lato provo una gioia profonda, dall'altro mi viene una nostalgia struggente, mi viene la pelle d'oca, il nodo in gola. Mi manca il mio tempo, la mia musica, i miei amici di allora... mi manca forse la mia adolescenza, i miei 13 anni.. Insomma ho tanta nostalgia di quegli anni, gli anni della trasformazione culturale, gli anni della rivoluzione giovanile, gli anni delle contestazioni. Certo abbiamo lanciato bellissimi messaggi...  utopistici però, e forse è questo che mi dispiace in fondo.
Ciao a tutti, Manuela.

submit:      Invia    

---------------------------------------------------------------------------
(shout_90@yahoo.it) on Wednesday, December 31, 2003 at 16:57:11
---------------------------------------------------------------------------


nome: Federico

oggetto: salve

testo: Io,pur essendo un ragazzo di 14 anni ho una passione per i beatles,la loro musica è magica e a me piace tantissimo sentirla e risentirla al pc,gli anni 60-70 sono un periodo magico dove la musica era veramente musica e dove c'era una magia che mai più potrà rivedersi nel mondo del 2004.
Io so parecchio dei beatles,è da parecchio infatti che mi documento sulla loro storia,sulle curiosità,sui brani,i contratti,le vicende di ognuno dei beatles.....
Posseggo il disco "1" con 27 singoli dei beatles e lo riascolto in continuazione,sul pc inoltre posseggo una vasta varietà di midi dei beatles oltre a parecchio mp3 sempre dei beatles.
Contattatemi pure,ciao

submit:      Invia    

---------------------------------------------------------------------------
on Wednesday, December 03, 2003 at 16:57:56

citta: palermo

nome: francesca

oggetto: peace and love

testo: ciao sono una ragazza di 16 anni che adora la musica degli anni 60/70 adoro janis joplin (la mitica janis) i doors,hurya heep,emerson lake and palmer,genesis,jefferson airplein e potrei continuare all infinito...penso solo che mai piu nessuno sara' in grado di riproporre questa musica!gli anni 60 con loro magico concerto di woodstock rimarranno x sempre e nella storia...adesso nn c'e' piu' amore,nn ce piu' pace, nn c'e' piu'musica e quando la musica e' finita spegnete la luce...
---------------------------------------------------------------------------
(isabq@libero.it) on Friday, August 22, 2003 at 17:01:40

citta: torino

nome: isa

oggetto: hippy x sempre

testo: ciao a tutti,sono una ragazza di dicott'anni,pazza x gli anni '60 e '70.senza di loro la mia vita nn sarebbe la stessa.i led,i pink floyd,donovan, mi accompagnano durante i miei giorni....amo la musica,l'arte,viaggiare,la fotografia.cerco coetanei che come me vorrebbero rivivere quel periodo,almeno provarci.rispondetemi presto....Peace
---------------------------------------------------------------------------
 (theladytourwebsite@yahoo.it) on Monday, July 21, 2003 at 21:57:13

nome: SuperCheri

oggetto: ragazze beat

testo: avete mai letto "Ciglia ribelli"? E' un bellissimo libro sul beat attraverso i ricordi delle protagoniste..le Stars,le Pupille....per informazioni cliccate qui www.geocities.com/theladytourwebsite/ciglia_ribelli.html
---------------------------------------------------------------------------
(antonella.brezzi@area.trieste.it) on Monday, July 14, 2003 at 15:30:03

citta: Trieste

nome: Antonella

oggetto: Equipe 84

testo: Equipe Ciao a tutti
Sono figlia del 1970 ma conosco molto bene la musica degli anni sessanta perchè l'ho sempre ascoltata, ancora la sento e la canto. 
Sono una beatlessiana che che in casa ha un sacco di articoli tratti da giornali dell'epoca.
So che qua, c'è un sacco di gente che ama i Beatless: se volete scrivermi sarò contenta di confrontarmi con voi.
Passo allo scopo della mia e-mail.
Fin da piccola, ho sempre ascoltato i Camaleonti, i Giganti e, il grande Maurizio Vandelli con la sua Equipe 84, che sono il gruppo che ho adorato e che adoro sentire più di tutti.
Mi piacerebbe corrispondere con qualcuno che li abbia seguiti nel corso degli anni e che sappia darmi alcune informazioni biografiche su ogni singolo componente, Maurizio, il compianto Victor, Franco, Alfio.
Co di cosa si stiano occupando attualmente i tre superstiti, specialmente Maurizio che ho avuto modo di conoscere qualche settimana fa, durante una festa privata in cui abbiamo suonato e cantato entrambi: che emozione fantastica!!!
Concludo con una domandina: Perchè Maurizio Vandelli viene ancora chiamato Il principe?? Per quell'atteggiamento un po'... distante?? Per l'abigliamento?? 
Grazie a chi vorrà rispondere e corrispondere.
 
Complimentissimi
 
Antonella 
---------------------------------------------------------------------------
on Tuesday, July 01, 2003 at 19:20:39

citta: napoli

nome: lilly

oggetto: anni 60 - che nostalgia!!

testo: Ciao, ho letto con piacere queste pagine ed ho fatto un tuffo nel passato! Mi è venuto un magoooone! Sarà perchè gli anni sono inesorabilmente passati e non si riesce purtroppo a tornare indietro. Non eravamo ricchi, ma ci accontentavamo di poco ed eravamo felici- Ma soprattutto avevamo le SPERANZE, avevamo gli IDEALI, credevamo di poter cambiare il mondo in nome della pace, della libertà, dell'impegno. Mi guiardo intorno e vedo che tutto invece peggiora....sarà per questo che ho il MAGOONE???!!
Un caro saluto a tutti quelli che come me ...ricordano! ciao lilly
---------------------------------------------------------------------------

on Sunday, July 06, 2003 at 18:20:58

citta: Varese

nome: Matteo

oggetto: Beatles Forever

testo: Ciao a tutti, sono Matteo da Varese, canto in due gruppi e sono un grande amante dei Beatles. Non c'è un perché... La loro musica è semplicemente immortale, i versi delle loro canzoni, dalle timide composizioni iniziali al Lewis Carroll del "Walrus" ci hanno sempre fatto sorridere, esaltare ma anche aiutato e confortato nei momenti difficili. E' bello per me soprattutto vedere che tantissimi ragazzi giovani non dimenticano quel gruppo fantastico e ANZI lo amano come lo hanno amato i nostri genitori e amici più grandi! E' il segno evidente che la musica di oggi, con le sue spietate regole discografiche che puntano solo alla vendita sicura scoraggiando i giovani e le loro idee (io e i miei amici ne sappiamo qualcosa...) non riesce neppure lontanamente ad evocare quelle atmosfere e quell'amore per la VITA che i Beatles ci raccontavano, ci raccontano e ci sussurreranno per sempre... 
Ciao a tutti!
ALL YOU NEED IS LOVE!
Matteo
---------------------------------------------------------------------------
 (lennonw@libero.it) on Saturday, June 28, 2003 at 12:21:19

citta: Varazze

nome: Laura

oggetto: Mitici Beatles

testo: Ciao sono una ragazza di 15 anni e da quando ho 12 anni mi piacciono i Beatles.
Cerco qualcuno per parlare di loro.
Ciao
---------------------------------------------------------------------------
(sgtpepper.beatles@virgilio.it) on Friday, June 13, 2003 at 23:02:38

citta: Messina

nome: GettingBetter

oggetto: Considerazioni personali

testo: Conosco da una vita il vostro sito ma qst sezione l'ho scoperta solo adesso.. sono contentissimo di sapere che tanti giovani condividono il mio stesso motivo di vita.. i beatles (con ovviamente connessi tutti gli aspetti relativi agli anni 60') dico con amarezza che quei periodi, che quella musica, che quel gruppo non potranno mai piu' ripetersi... ma purtroppo la vita va così e a noi nn resta che la malinconia per aver perduto un patrimonio che nn saprei come definire.. già perchè i sarebbe riduttivo definire i beatles "musica".. nn riusciro' mai a capire cosa sono per me.. so solo che vivo per loro e che raramente nn mi commuovo ascoltando le loro canzoni.. come se quei ritmi mi ricordassero qlcs, un qlcs che io dopotutto nn ho mai vissuto ma che è dentro me.. Adoro gli anni 60'.. io sono un ragazzo di 16 anni, se qlcn vuole rispondermi o vuole scambiare qlc considerazione o anke scritto sopra la mia e-mail. Grazie a presto
---------------------------------------------------------------------------
(caballus_bau@hotmail.com) on Tuesday, May 13, 2003 at 21:18:53

nome: chiara

oggetto: io ci ritornerò...

testo: io non c'ero perchè sono nata molto dopo, ma l'epoca dei 60/70 l'ho nel sangue... sono molto figlia dei fiori... un giorno ci ritornerò, andrò a strapparmi i capelli ad un concerto di John Lennon, e ascolterò dal vivo tutta la straordinaria musica dell'epoca... un giorno ci ritornerò (ho anche alcuni amici che verrebbero con me).
Intanto stasera provo con un amico a tornare negli anni 60 (per adesso), ci troviamo all'isola di Whight fra poco... (e il bello è che siamo fuori di testa così naturalmente...) !!!
"people say I'm crazy doing what I'm doing..." John  Lennon
---------------------------------------------------------------------------
(ilaria@moscioli.com) on Monday, February 10, 2003 at 18:20:56

citta: Ancona

nome: Ilaria

oggetto: per MATTEOBEAT

testo: Ciao Matteo, guarda che ti ho risposto sulla e-mail. Aspetto tue notizie e, come dici sempre tu...w gli anni '60
---------------------------------------------------------------------------
(fata84@virgilio.it) on Saturday, February 08, 2003 at 18:03:09

citta: Roma

nome: Alessandra

oggetto: Aiutooo

testo: Ciao a tutti, sono Alessandra ho 19 anni e sono pazza per gli anni 60! Infatti ho deciso di portarli all' esame di maturità e durante le mie ricerche su internet sono capitata in questo sito che è davvero spettacolare!!! Se qualcuno di voi ha foto articoli o qualsiasi cosa da mandarmi per aiutarmi con la tesina qui c'è la mia e-mail...Aiutatemi!!!
Un bacio a tutti Grazie :)
---------------------------------------------------------------------------
(matteobeat@libero.it) on Saturday, February 08, 2003 at 12:39:04

citta: Teramo

nome: Matteo

oggetto: matteobeat

testo: Ilaria sono molto contento che esiste qualcuno/a naturalmente "giovane" che è appasionata/o del fantastico mondo "anni'60"
Io purtroppo vivo in una città che non offre nulla alle persone "alternative" come me,Se vuoi farti una serata "anni'60" devi andare fuori es.Roma,Bologna,Vicenza li trovi qualche club che fa a caso nostro.
Comunque se ti va di fare qualche chiacchierata con me sarò contentissimo
Ciao e W gli anni'60 sempre!!!!!
Matteobeat
---------------------------------------------------------------------------
on Friday, January 31, 2003 at 16:39:21

citta: roma

nome: damiano

oggetto: fab four

testo: ho trovato dei malati come me!finalmente!che dire dei Beatles?io ho sempre avuto un debole per George,grandissimo nella musica,nel look(sono quasi un suo clone!).album preferito:ABBEY ROAD...devo andare!torno presto!!!!!!!!!

submit:      Invia    

---------------------------------------------------------------------------
on Sunday, January 26, 2003 at 20:43:07

citta: firenze

nome: rubinia

oggetto: li amo!

testo: ciao a tutti....io ho 14 anni...da 2 anni mi piacciono i Beatles..Li amo con tutta me stessa..sono la cosa + bella che mi sia capitata davvero nella vita..so tutto su di loro..davvero..il 30 novembre 2001..un giorno come tutte gli altri..tornata a casa..la notizia della morte di George..è stato il giorno + brutto della mia vita..stare a riflettere sulla vita..ho imparato molte cose dai Beatles..ogni volta che mi trovo a parlare di loro mi si riempie il cuore di gioia..a volte la notte mi sveglio..penso..scrivo tutto sul mio diario..li ringrazio..4 persone..4 angeli comparsi a un tratto della mia vita..si sono presi quell'enorme pezzo del mio cuore e se lo tengono ora e x sempre..Beatles vi amoooooooooooooooooooooo ma nn potrò mai vivere una vita felice sapendo che nn vi potrò mai vedere....Grazie..John live 4ever!

---------------------------------------------------------------------------

(sharon.lupini@tiscali.it) on Thursday, January 2, 2003 at 21:36:25

nome: sharon

oggetto: i beatles!!!!!!!!!!!

testo: Sono piccolina...... ho ancora 14 anni e amo i BEATLES con tutta me stessa.............! non ci posso credere ke ci sia molta altra gente ke condivide la mia passione. Sono partiti in 2 (Paul e John) poi si è aggiunto george e infine Ringo, ke prima era un teddy boy! Un quartetto perfetto mi kiedo ki, conoscendoli meglio, non può amarli......! per qualsiasi richiesta mandatemi un e-mail...... Vi aspetto!

---------------------------------------------------------------------------
on Friday, September 20, 2002 at 19:28:45

nome: heyjude

oggetto: un sito dei Beatles

testo: Ciao ragazze sono ancora io, heyjude, sto costruendo un sito sui Beatles,il sito non è completo ma contiene già del materiale interessante!!! Visitatelo

http://heyjude400.supereva.it

---------------------------------------------------------------------------
on Saturday, September 14, 2002 at 14:48:31

nome: heyjude

oggetto: Amo i Beatles come voi

testo: Ciao ragazze anch'io sono appassionatissima dei Beatles, non sapevo che c'erano delle altre persone interssate al loro come me, ed invece sono capitata nella pagina con le vostre email, sono stata felicissima!!!!A presto

---------------------------------------------------------------------------
Per Giulia e Virgi
CIAO,
SONO FEDERICA, HO QUASI 18 ANNI E SONO UNA MANIACA DEI MITICI FAB FOUR!!!VI RINGRAZIO PER GLI ARTICOLI PUBBLICATI SUI BEATLES,MI HA FATTO PIACERE LEGGERE LE LETTERE DI DUE RAGAZZE CHE AMANO IL QUARTETTO DI LIVERPOOL,PENSAVO DI ESSERE L UNICA AD ASCOLTARE LE LORO CANZONI ALLA MIA ETA,ORMAI MAGGIORPARTE DEI RAGAZZI NON SANNO NEMMENO CHE ESISTONO!!!
VORREI CHIEDERVI UN FAVORE,SE E POSSIBILE POTREI AVERE GLI INDIRIZZI E MAIL DI GIULIA E VIRGY?MI FAREBBE MOLTO PIACERE CORRISPONDERE CON LORO E LA PRIMISSIMA VOLTA CHE TROVO RAGAZZE CON QUESTA PASSIONE PER LA MUSICA DEGLI ANNI 60/70,MENO MALE CHE QUALCUNA NE E RIMASTA!!!!!VI SUPPLICO RISPONDETEMI,QUESTA E LA MIA E MAIL:
c.nardotto@tin.it
grazie mille
ciao federica...
Abbiamo ricevuto questa lettera e molto volentieri la pubblichiamo.

Da Virgi:

ragazzi non vi potete neanche immaginare la mia gioia nel leggere queste righe, finalmente qualcuno al di sotto dei 18 anni non solo conosce i Beatles,ma li apprezza anche!!! Dunque, io vado per i 18, ma ho cominciato ad ascoltare i Beatles verso i...12..beh,diciamo che sono cresciuta a pane e musica anni 60 e 70, non ho mai ascoltato altro e per questo ringrazio i miei genitori.
Non vi potete neanche immaginare quando alle medie arrivavo a scuola con la musica dei Fab nelle orecchie e nessuno mi capiva,poichè nessuno li aveva mai sentiti prima...ma come si fa?
Insomma, possono non piacere(e già qui mi chiedo il perchè)ma non averne neanche mai sentito parlare...In ogni caso,chiunque s'intenda un pò di musica dovrebbe sapere che la versa musica parte da loro(niente a togliere a Elvis naturalmente), ma facendo un ragionamento,chissà come mai la loro musica si ascolta ancora adesso,dopo 30 anni,ancora oggi c'è gente che fischietta All you need is love andando al lavoro o che per rilassarsi ascolta un Let it be...non ve lo siete mai chiesto?
Beh,non voglio dire niente di negativo su cantanti italiani e stranieri contemporanei,poichè molti girano nella mie testa, ma dubito che qualche loro canzone verrà fischiettata tra 30 anni, la mattina, durante la giornata o alla sera...
No, trovo sia impossibile e lo dimostrano anche molte canzoni in voga 3 anni fa e che adesso non ci si ricorda neanche più il ritornello...
Non si può dir nulla,la musica anni 60 è la madre di tutte le musiche,John Lennon il padre e George,Paul e Ringo i fratelli..Grazie e scrivetemi se vi interessano i miei pensieri

Virgi
Tra  Giulia, 16 anni, e il maialino c'è stato un piacevole scambio di letterine.
Da: Giulia
A: info@maialino.it
Data invio: venerdì 9 febbraio 2001 21.22
Oggetto: ma chi siete?

Be,ho visto il vostro sito e mi è piaciuto molto,specialmente quello che dite sui BEATLES!!Io li adoro,temo di avere la Beatlesmania e mi è piaciuto leggere i vostri commenti.Be,il mio indirizzo e-mail è :
rispondetemi!!ciao-giulia-
>Ciao Giulia tu temi di avere la Beatlesmania ?
Noi qui ce l'abbiamo già. E lo dimostra l'amore con cui
scriviamo le pagine su di loro.
Quanti anni hai per far si che ti piacciano i Fab Four ?
Sai generalmente i molto giovani non li conoscono molto, e la nostra
intenzione è proprio quella di farli conoscere anche a chi adesso segue un altro genere musicale.
Ti faccio una proposta: ti piacerebbe scrivere una paginetta su di loro ?
Noi la pubblicheremo sul nostro maialino.
Fammi sapere
Un bacione e apresto
Da: Giulia
A: <info@maialino.it>
Data invio: domenica 11 febbraio 2001 21.13

Ciao,be sono piuttosto giovane,ho 16 anni!Ho letto quello che avete scritto su di loro,e mi è piaciuto molto.nn so seriusciro a scrivere qualcosa su di loro,ma ci provero e vi faro sapere.Ah,ho letto le pagine su John,quelle su George e sulla (finta)morte di Paul,ma ho trovato poco sul mio preferito,Ringo!va be,vi saluto,a presto -giulia-
>Ciao Giulia
Finalmente una sedicenne amante dei Beatles.
Se riesci a scrverci qualche cosa sarebbe troppo bello.
Pensa quando sei nata tu i Beatles si erano lasciati già
da circa 15 anni, e la loro musica è ancora attualissima.
Bacioni e a presto ... con una tua paginetta magari su Ringo
Da: Giulia
A: <info@maialino.it>
Data invio: lunedì 12 febbraio 2001 18.57
Oggetto: Re: R:

In effetti sono giovane x amare questo tipo di musica(oltre ai Fab mi piace Elvis,Chuck Berry,Dylan.....)molti dei miei coetanei non sanno neanche chi sono,e la cosa mi fa arrabbiare un casino,e odio la musica di oggi e il 2001!!!va be se riesco a scrivervi qualcosa(ma cosa,datemi una mano!)vi faccio sapere!baci a presto,-giulia-
>Dolcissima Giulia, ci sorprendi sempre di piu.
Elvis, Dylan, Chuck. A proposito lo sapevi che i Beatles
all'inizio si ispiravano proprio alla musica di Elvis e Chuck ?
Visto che ci chiedi di darti una mano, se vuoi e la cosa ti ispira,
puoi scrivere proprio del perchè una ragazza di 16 anni ama
questo genere di musica, chi te l'ha fatta conoscere, le differenze
che trovi tra questa musica e quella di oggi, se ne parli con i tuoi
coetanei.
In che città vivi ? Vai ai concerti ?
Hai avuto la possibilità di vedere qualche concerto dei " Mostri Sacri "
del tipo Paul McCartney, Rolling Stones, Pink Floyd, Santana, James Taylor. Noi
siamo a Milano e almeno in questo siamo fortunati.
Bacioni e buona giornata
Ciao,be purtroppo un po per la mia giovane eta un po x altro nn sono mai potuta andare a dei concerti.Vivo a Parma in emilia-romagna,ma il mio è di partire e andare a Londra,visitare Liverpool,e....be magari trovare Paul George e il mio Ringo!!!sarebbe un sogno ma ci spero!Ho gia scritto una lettera di protesta alla gazzetta della mia citta contro il fenomeno Taricone,quindi magari riesco a scrivere qualcosa anche per voi.ci sentiamo,a presto -giulia-
Da: Giulia
A: <info@maialino.it>
Data invio: mercoledì 28 febbraio 2001 21.12
Oggetto: Ciaooo!!!!

> Ciao,nn so se vi ricordate di me,è un po ke nn scrivo!Be sono riuscita a buttare giu 2 righe ke v scrivo qui di seguito.
E' strano parlarne all'inizio del 2001,ma è inevitabile.Si,xkè ancora oggi dopo 31 anni dal loro scioglimento dominano ancora le classifiche di mezzo mondo,e le loro canzoni sono ancora le più ascoltate e amate.
Nonostante tutte le"storie"(xkè alla fine solo di storie si tratta)che li riguardano,
I Beatles continuano ad essere un punto di riferimento e un esempio per molte band attuali(anche se difficilmente il loro prodotto verrà eguagliato)e"vivono"nel cuore di milioni di fans in tutto il mondo.é strano parlarne specialmente per me,io che dovevo ancora essere concepita quando loro spopolavano in tutto il mondo e davano vita a un sogno.Ma nonostante questo ho imparato a conoscerli e ad amarli,fino a farli diventare"i miei idoli".

Quando sono nata il gruppo si era gia sciolto,ma quello a cui hanno dato vita durerà a lungo,i Fab Four hanno creato un'epoca e regalato un sogno che non è ancora finito e non finirà mai.Anche se"dai loro tempi"sono cambiate molte cose,il mito è più vivo che mai,destinato a durare a lungo,e,* non preocuparti George,nei cuori dei fans un posticino per voi ci sarà sempre. *alla fine dell'Anthology George dice:I nostri fans sono cresciuti,si sono sposati,ma spero che nei loro cuori ci sia sempre un posticino per noi.
Allora che ne dite? ah,alla fine,la spiegazione dell'asterisco potete anche non metterla, scegliete voi.
mi raccomando fatemi sapere
ciao un bacione-giulia-
Cara Giulia, ti facciamo sapere che sei bravissima, quando ci parli di Chuck Berry visto da una sedicenne di oggi ?
staff maialino.it

---------------------------------------------------------------------------
(denisystemfan@yahoo.it) on Wednesday, June 11, 2003 at 18:27:41

citta: -

nome: Denisa

oggetto: aiuto!!!!

testo: x gli esami ho deciso , x quanto riguarda la musica, di portare gli anni '60...vi prego, aiutatemi a trovare qualcosa d +...scolastico sulla nascita dei vari generi d quel periodo! grazie!

submit:      Invia    

---------------------------------------------------------------------------
(lugia@skynet.be) on Thursday, June 05, 2003 at 22:18:29

citta: st nicolas

nome: cesco

oggetto: posseggo materiale anni 60

testo: Filmati di Mina; Milva, Celentano , Rita Pavone, Morandi , Caselli, Zanicchi, Ricky Maiocchi, Camaleonti, F. hardy , Antoine, P. Clark.H Pagani, S. Vartan , Claude Francois; Se torni tu / Dino, Dalla, Tenco/ Paoli/ arigliano/Villa/ spinaci/Mouskouri/ valente/ di ca^pri/Modugno, film musicali Nel sole albano & romina / C Caselli / Nessuno mi puo" giudicare/ Ionon protesto io amo ed altro fatemi sapere anche solo per discutere dei favolosi Anni sessanta, quando sono giu', basti che ascolto gli anni ^^sessanta per rimontarmi , ciao a tutti email / lugia@skynet.be  
 
W I FAVOLOSI ANNI 60, CHE HO VISSUTO ED HO DEI SPLENDIDI RICORDI SQUATTRINATI MA FELICI  
CIAOOOOOOOOOOOOOOOOOOO
---------------------------------------------------------------------------
(info@tequilasunrise.it) on Saturday, May 24, 2003 at 17:18:51

citta: Forli'

nome: Roberto Burnacci

oggetto: EAGLES - Possibile non ci sia un fan club italiano?

testo: Mi sto anchilosando le dita a forza di navigare alla ricerca di qualche sito ITALIANO sugli EAGLES. Di siti stranieri ce n'e' che la meta' basta, ma dove sono tutti i fans italiani? Possibile non esista un fan club tricolore?
Nella miei pellegrinaggi sul web, finalmente incrocio questa pagina del "maialino.it" dedicata al superlativo concerto degli Eagles a Lucca nel 2001. Ci sono i commenti di parecchi testimoni del concerto, ma nessun indirizzo e-mail... 
Vi chiederete: Perche' tutto questo affanno? Mi spiego subito: con altri sette "desperados" abbiamo creato una cover-band degli Eagles che con uno sforzo di immaginazione immane abbiamo battezzato "Tequila Sunrise". A quanto ci dicono gli spettatori che hanno avuto il coraggio di venirci a sentire, tutto sommato non siamo nemmeno da linciare... Insomma, volevamo informare i fan nostrani degli Eagles che ci siamo anche noi, e volevano sapere se esiste qualche altra cover band degli Eagles in Italia, e scambiarci un po' il materiale che abbiamo raccolto (che e' veramente tanto, sia audio che video)...
MAIALINO, che dici, ci puoi aiutare?
Il nostro sito e' www.tequilasunrise.it, l'indirizzo è info@tequilasunrise.it.
Oh, faciteme sape'!
 
Long Live Eagles
Lo Zio Bruno
---------------------------------------------------------------------------
(alepuca@libero.it) on Monday, May 19, 2003 at 10:12:17

citta: napoli

nome: alessandrA

oggetto: ANNI 60!!! AIUTATEMI!

testo: CIAO...ho 18anni e quest'anno ho la maturità...avevo deciso di portare i mitici anni sessanta...ma ho bisogno del vostro aiuto...se potete mandatemi x e-mail qualche vostra testimonianza...o ditemi dove posso trovare informazioni!!!
GRAZIE GRAZIE GRAZIE!
---------------------------------------------------------------------------
on Thursday, May 08, 2003 at 16:33:35

citta: Milano

nome: Eli

oggetto: Souvenirs

testo: Ciao a tutti da una nostalgica degli anni '60 !
I cortili,dove i bimbi tranquillamente giocavano,i bei negozietti dove ti recavi anche solo per acquistare un ghiacciolo,le 500,le 600,i bei sceneggiati che la tv mandava in onda,i fiumi,la cui acqua era ancora cristallina,le gite fuori porta la domenica e da appassionata di musica,come poter dimenticare il mangiadischi con i 45 giri,che ti facevano sognare!
Naturalmente ero una fan dei Beatles,non appena la trasmissione radiofonica"Bandiera Gialla" annunciava una loro novità,mi precipitavo ad acquistare il disco (750 lire) Eh Eh l'euro adesso ride...
E poi Bob Dylan,The Animals,The Kinks,The Manfred Mann,The Monkees,The Procol Harum,The Byrds,
The lovin' Spoonful,Donovan,Otis Redding,tanto per citarne qualcuno,senza dimenticare gruppi meno famosi,come The Renegades,The Casuals,The Motowns,The Dave Anthony's Moods,The Rokes.
Ero un po' esterofila,si nota vero? :) Ma anche la conosciutissima Equipe 84 ,la Formula 3,i Delfini,i Ribelli ecc.non erano certamente da meno.
Quando mi capita di riascoltare le loro canzoni,immancabilmente affiorano i ricordi di quando ero una studentessa,con il libri trattenuti dalla "cinghia elastica"e portati sotto il braccio:quando cadevano la frase più volte sentita era "Chi semina raccoglie":)
Non mi soffermo sul periodo storico,anche se non posso fare a meno di citare Papa Giovanni,il Papa buono.
Un saluto agli appassionati come me, degli indimenticabili anni '60
 
Certo che a causa dei capelli così lisci di Francoise Hardy,un giorno me li feci stirare,ma più che lisci,il risultato fu alquanto bruciacchiati :)))))))))))      BYE BYE
---------------------------------------------------------------------------
(lauramichy@inwind.it) on Friday, March 21, 2003 at 21:17:04

citta: brescia

nome: michela

oggetto: richiesta

testo: ciao a tutti..anch'io sto facendo la tesina x la maturità sugli anni '60, ed in particolare sulla musica e la moda..se qualcuno potrebbe essermi d'aiuto..mi contatti..grazie mille..
---------------------------------------------------------------------------
 (marangonmarica@libero.it) on Tuesday, March 11, 2003 at 21:46:45

citta: vicenza

nome: elisa

oggetto: hippy...anni sessanta

testo: ciao a tutti,sono elisa ed ho 19 anni e ho bisogno estremo di avere notizie sugli hippy...il loro mondo...il loro modo di vestire...per favore aiutatemi nn riesco atrovare niente...sto sklerando!!!
un baciotto...ely
---------------------------------------------------------------------------
 (scj80_68@yahoo.com) on Tuesday, March 11, 2003 at 18:39:49

citta: Portland

nome: stephan

oggetto: Cercasi disperatamente Sonia e le sorelle

testo: Salve,
sono un'appassionato di musica anni 60 anche se non li ho vissuti in prima persona, perche' sono nato molto tempo dopo, per me comunque rimangono gli anni piu' belli per la cultura pop italiana. Stavo cercando informazioni o canzoni (dischi, mp3, cassette) su Sonia e le sorelle. E' un gruppo che mi ha incuriosito tantissimo quindi se avete informazioni, foto, articoli etc. fatevi sentire
Grazie
Stephan
---------------------------------------------------------------------------
(saboale@libero.it) on Monday, February 17, 2003 at 17:01:27

citta: Bologna

nome: SABRINA

oggetto: CANZONI DEL BOOM ECONOMICO

testo: Salve, sono una ragazza che frequenta la 5 superiore e a livello scolastico stiamo facendo una ricerca sulle 5 canzoni più ascoltate negli anni tra il 1956 e il 1963. qualcuno puo' essermi di aiuto?
in caso contrario grazie lo stesso.
 
Sabrina
---------------------------------------------------------------------------
(fata84@virgilio.it) on Saturday, February 08, 2003 at 18:03:09

citta: Roma

nome: Alessandra

oggetto: Aiutooo

testo: Ciao a tutti, sono Alessandra ho 19 anni e sono pazza per gli anni 60! Infatti ho deciso di portarli all' esame di maturità e durante le mie ricerche su internet sono capitata in questo sito che è davvero spettacolare!!! Se qualcuno di voi ha foto articoli o qualsiasi cosa da mandarmi per aiutarmi con la tesina qui c'è la mia e-mail...Aiutatemi!!!
Un bacio a tutti Grazie :)
---------------------------------------------------------------------------
(matteobeat@libero.it) on Saturday, February 08, 2003 at 12:39:04

citta: Teramo

nome: Matteo

oggetto: matteobeat

testo: Ilaria sono molto contento che esiste qualcuno/a naturalmente "giovane" che è appasionata/o del fantastico mondo "anni'60"
Io purtroppo vivo in una città che non offre nulla alle persone "alternative" come me,Se vuoi farti una serata "anni'60" devi andare fuori es.Roma,Bologna,Vicenza li trovi qualche club che fa a caso nostro.
Comunque se ti va di fare qualche chiacchierata con me sarò contentissimo
Ciao e W gli anni'60 sempre!!!!!
Matteobeat
---------------------------------------------------------------------------
on Monday, January 13, 2003 at 01:47:35

citta: roma

nome: ikaro

oggetto: GLI ANNI 60

testo: CIAO!sono capitata per kaso sulle vostre pag...vorre sapere...se possibile... ch ha skritto la sezione sugli anni 60...vorrei fargli...i miei komplimenti...e...magari...skambiare due kiakkiere...!ciao!!! ikaro

---------------------------------------------------------------------------
on Sunday, January 12, 2003 at 16:47:37

citta: Ancona

nome: Ilaria

oggetto: quei favolosi anni '60

testo: Grazie grazie grazie!!!!!!!!
Non finirò mai di ringraziarti per il piacere che mi hai dato leggendo queste meravigliose pagine. Non so nemmeno chi sei, ma per me sei sicuramente un genio!
Non conoscevo nulla degli anni sessanta prima di appassionarmi ai Beatles perchè in quegli anni chi mi avrebbe concepito se la faceva ancora addosso nei pannolini. Ho cercato informazioni da sola e quando ho visto sul sito una sezione dedicata alla mia più grande passione non mi è sembrato vero. Secondo te è possibile provare nostalgia per una cosa che non si è mai vissuta? Bhè, io la provo e ogni mattina che mi alzo ripeto a me stessa che gran peccato è stato perdersi quegli anni, e quanto poco è rimasto oggi della loro bellezza. Così ho deciso di riviverli (ops, viverli!) vestendomi a volte con qualcosa che me li possa ricordare. Ho una camera che sembra uscita direttamente dal mondo dei ricordi, con dischi,libri e lampade che ho ripescato in soffitta.
Capisco che non te ne può fregare di meno di sapere queste cose, ma ho voluto lo stesso condividerle con te!
Un abbraccio,
Ilaria

---------------------------------------------------------------------------
(sharon.lupini@tiscali.it) on Thursday, January 2, 2003 at 21:36:25

nome: sharon

oggetto: i beatles!!!!!!!!!!!

testo: Sono piccolina...... ho ancora 14 anni e amo i BEATLES con tutta me stessa.............! non ci posso credere ke ci sia molta altra gente ke condivide la mia passione. Sono partiti in 2 (Paul e John) poi si è aggiunto george e infine Ringo, ke prima era un teddy boy! Un quartetto perfetto mi kiedo ki, conoscendoli meglio, non può amarli......! per qualsiasi richiesta mandatemi un e-mail...... Vi aspetto!

---------------------------------------------------------------------------
on Monday, December 30, 2002 at 00:01:20

nome: antonella

oggetto: info

testo: ciao vorrei ho visto i film di caterina Caselli e vorrei sapere i titoli delle canzoni che canta alcune le so  :100 girni perdono nessuno mi può giudicare e le altre sapete grazie antonella
---------------------------------------------------------------------------
on Saturday, December 28, 2002 at 18:45:10

citta: venezia

nome: rodolfo

oggetto: caterina valente

testo: Fine anni '50: io avevo 10 anni, forse un po' triste, forse anche felice, e le canzoni di Caterina Valente mi davano tutto, sapevano capire la la mia goia e la mia tristezza: Personalità, Till, Dimmelo in settembre, non trovo più un testo, se qualcuno li ha, li scriva per favore. Era la musica dei lunapark, ecco la mia gioia, dove si annusava un vago odore d'esotismo che portava lontano, lontano dagli ambienti chiusi e parrochiali delle piazze non ancora asfaltate dove giravano quei turbinii di luci e di voci a tutto volume che rimbalzavano nelle pareti e nelle facciate delle chiese.
---------------------------------------------------------------------------
on Wednesday, December 11, 2002 at 03:07:58

citta: torino

nome: sandro

oggetto: pink floyd

testo: non ho avuto la fortuna di vivere i mitici settanta (al massimo ci avrei passato l'infanzia nei sessanta...) ma come non ricordare che nel sessanta sette, mantre i beatles incidevano i loro album, negli studi di fianco i pink floyd suonavano la musica più fantastica che esiste al mondo???
intestellar overdrive...
astronomy domine....
altro che beatles...

---------------------------------------------------------------------------
on Tuesday, December 10, 2002 at 17:13:46

citta: glasgow

nome: mario

oggetto: beatles

testo: ciao a tutti un mio amico mi ha mandato il vostro sito e' molto piacvole leggere le lettere dei fan, i ricordi di chi ha vissuto quegli anni,molto bello io ho 27 anni e ascolto i beatles da quando ne ho dieci fantastici!

---------------------------------------------------------------------------
on Sunday, November 17, 2002 at 13:05:27

nome: matteobeat

oggetto: Beat&Amore

testo: volevo consigliare a tutti quelli che amano la musica beat anni'60 di non perdersi neanche un numero della stupenda compilation "magic bitpop"della Onsale music
Che anni ragazzi,che peccato non averli vissuti,non so se ve ne siete accorti,la tecnologia sta distruggendo la vita!!!!!!!
La musica gia è morta!!!!

---------------------------------------------------------------------------

on Tuesday, October 8, 2002 at 20:42:41

nome: sharon

oggetto: i beatleees!!!!!!!

testo: io ho 14 anni e i miei 13 anni di vita li ho passati ascoltando i beatles. C'è chi dice che unendo le sillabe delle loro canzoni vengano fuori riti satanici, ma io non ci credo perchè i beatles sono l' unica cosa che mi aiuta (oltre allo yoga e al taycy) nei momenti difficili!!!!

---------------------------------------------------------------------------
(MARIANNA.TAMMONE@basilicatanet.it) on Friday, September 20, 2002 at 23:22:37

citta: potenza

nome: marianna

oggetto: gino paoli

testo: Ciao, mi sono imbattuta per caso in questo sito di sogno e di sognatori...Sto per scrivere una tesi su Gino Paoli e sulla poetica della canzone degli anni '60.Se qualcuno volesse aiutarmi...Grazie  Marianna

---------------------------------------------------------------------------
on Tuesday, September 3, 2002 at 16:08:58

citta: MILANO

nome: RINALDO

oggetto: ANNI '60 E DINTORNI

testo: QUEL TUO VIAGGIO ATTRAVERSO GLI ANNI 60 (MA ANCHE 50, DA BAMBINO) E' STATO ANCHE IL MIO. L'EPILOGO, POI, ADDIRITTURA LA FOTOCOPIA. MI RITROVAI ANCH'IO L'11 OTTOBRE 1969, GIORNO DEL MIO COMPLEANNO, ALLA CASERMA GIANNETTINO DI TRAPANI DOPO UN VIAGGIO DI 25 ORE IN TRENO. AL TERMINE DEL C.A.R. FUI ASSEGNATO AD UN REGGIMENTO DI ARTIGLIERIA PESANTE CAMPALE A TRENTO. QUEL COMPLEANNO SEGNO' LA NETTA DEMARCAZIONE DEL PRIMA E DEL DOPO.
SAREI CURIOSO DI CONOSCERE CHI HA SCRITTO QUEI RICORDI COSI' SIMILI AI MIEI.
RINALDO.

---------------------------------------------------------------------------
on Wednesday, August 28, 2002 at 20:44:18

citta: Realmonte

nome: francesco

oggetto: anni 60

testo: con poco si era contenti un giradischi un ombrellone una straio, e un po' di musica, anche se i quattrini erano pochi si era contenti, son contento di averli vissuti, anche se si era poveri in canna;
grazie anni 60
francesco

---------------------------------------------------------------------------
(matteobeat@libero.it) on Tuesday, July 23, 2002 at 21:46:02

citta: TERAMO

nome: "MATTEOBEAT"

oggetto: LA MACCHINA DEL TEMPO

testo: Ciao a tutti! sono matteo ho 21 anni il mio amore per gli anni'60 è infinito ogni giorno mi domando perche non c'ero anchio in quegli anni di divertimento e semplicita.
Io ho cominciato verso i 18 anni a interessarmi di quell'epoca intramontabile,colleziono 45g di musica garage/beat italiano ma anche inglese, francese, tedesco ecc.
il periodo che vorrei vivere e il 1966 secondo me è l'anno piu bello perche diciamo che in quel periodo nasce oltre al beat la moda beat che seguo costantemente tramite foto, copertine ecc.
Praticamente i vestiti li compro nei mercatini vintage(montagnola bologna) oppure nei negozi vintage che purtroppo se ne trovano pochi in italia.
Io sto trovando i mitici stivaletti neri di pelle liscia che praticamente usavano i "ragazzi beat" e i gruppi musicali tipo i Camaleonti il mio gruppo preferito!!!
comunque devono essere in buone condizioni la taglia 44 e soprattutto devono essere originali perche le ristampe le trovo pure subito e non mi interessa acquisto a qualsiasi prezzo CONTATTATEMI!!!! CIAO....

---------------------------------------------------------------------------
on Tuesday, July 23, 2002 at 18:56:49

citta: milano

nome: silvano

oggetto: the house of the raining sun

testo: Mi permetto di entrare nella discussione fra Cristiano e l'altro amico su The house of the raining sun.Vorrei dire a Cristiano che si' la versione dei Marcellos Ferial era ed e' bellissima, piena di impasti vocali perfetti ......ma...  Secondo me la differenza fra quella degli Animals e la versione dei Marcellos sta anche nel fatto del momento di vita, (l'eta') che uno ha al momento che una canzone ti arriva all'anima. Qando sei giovane hai bisogno di rabbia musicale, quindi chitarre eletrriche organi Hammond e batterie Ludvig. Ora sei fai tua una canzone in questo contesto, qualsiasi altra versione anche se arrangiata meglio, suonata meglio, che senti successivamente non varra' mai per te qella che ti ha trafitto l'anima. Ciao Silvano. 

P.s. sono d'accordissimo sugli obrobi che stanno rifacendoci sentire rifatti con i suoni d'oggi e tutto cia pum pum 

---------------------------------------------------------------------------
on Saturday, July 20, 2002 at 22:13:45

citta: Roma

nome: Cristiano

oggetto: i Marcellos ferial

testo: Vorrei dire all'autore del pezzo dove si nomina "La casa del sole" che, pur avendo solo 20 anni (21 s novembre) ho avuto la fortuna di avere un'ottima "maestra" di disco-mania come mia madre che è ancora giovanissima ed ha tantissimi dischi di musica leggera e rock. Beh devo dire che, pur amando moltissimo la versione originale "The house of the rising sun" degli Animals (inserita nel repertorio della mia band che famoltissimi pezzi beat e rock degli anni '60 e '70) ho trovato gradevolissima la "cover" dei Marcellos Ferial che avevano uno splendido impasto vocale e sono decisamente migliori di tanti gruppi italiani che girano oggi!! Vorrei quindi consigliare all'autore del pezzo di non "sparare a zero" su tutto quello che a lui personalmente non piace. Mi sembra un po' scorretto sul piano dell'informazione.....Vorrei che in qualche modo i marcellos fossero rivalutati in questa esplorazione dei favolosi anni 60...Fra tanti interpreti "fasulli" credo che abbiano lasciato un segno notevole!!
Vorrei una risposta, se possibile!!

Ecco la risposta:

Ciao Cristiano, è bello sapere che ci sono ragazzi della tua età che difendono gruppi e/o sonorità di tempi ormai lontani.
E' bello anche poter non essere daccordo però. Io resto della mia opinione.
Il pezzo di cui parli è e rimane mitico solo nella versione originale cantata da Eric Burdon, il mio è un giudizio personalissimo, è vero che i Los Marcellos Ferial cantavano bene, ma avevano reso troppo melodico un pezzo che invece richiedeva e richiederà sempre una timbrica vocale esattamente come l'hanno fattagli Animals, ci sono pezzi storici che non devono assolutamente essere arrangiati e o stravolti, anche perchè possono snaturare il testo.
Rabbrividisco quando sento cover di oggi di pezzi anni 60.
Anche Claudio Villa, ottimo e insuperabile cantante, aveva una bellissima voce, ma te lo immagini cantare Brown Sugar dei Rolling Stones ? Comunque è sempre piacevole poter parlare di queste cose, soprattutto con giovani come te.
Un abbraccio ...e complimenti a tua mamma che ti ha trasmesso questo amore per la musica.

---------------------------------------------------------------------------
on Friday, July 19, 2002 at 13:38:15

nome: Fabrizio

oggetto: Anni 60

testo: Ho 24 anni ed ascolto volentieri tutta la musica anni 60; dalla giovane Tina Turner a little richard ed ancora Aretha Franklin Elvis Priestley, i beach boys ray charles e si potrebbe andare avanti per ore, io ne sono appagato certo ma chi sale in macchina con me il ritorno lo eviterebbe volentieri.
Vi saluto tutti ciao ciao

---------------------------------------------------------------------------
on Sunday, July 14, 2002 at 21:38:35

citta: aosta

nome: Fulvio

oggetto: congratulazioni

testo: Ho letto la storia degli anni 60^ e mi sono ritrovato perfettamente con quello che hai scritto.

Per completezza voglio ricordarti il "cantagiro" di cui non fai menzione !! (sorriso)..  è una pietra miliare del costume di allora!. Girone A Girone B e girone C come "complessi"..


Anche "la minigonna" oltre ai "bitles" (sorriso..)

Ciao, con simpatìa. Fulvio.

---------------------------------------------------------------------------
on Monday, June 24, 2002 at 21:52:53

citta: rieti

nome: aldo

oggetto: festival dei complessi

testo: Vi volevo ricordare che nella mia città RIETI negli anni 1965-1966-1967 si è svolto il festival dei complessi, c'erano tutti dai ROKES ai Giganti Dai New DADA ai Campioni (il primo complesso di Lucio Battisti di cui era il chitarrista) e cosi via. Di tutti questi avvenimenti ho alcune foto e alcuni docunenti, mi ricordo che era presente anche la RAI. Sto cercando alcuni filmati sia in TECHE della RAI sia nei cinegiornali dell'ISTITUTO LUCE ma purtroppo non si trova niente.
Mi appello a voi a divulgare questa mia ricerca tra i vostri amici.
ciao ALDO bassista dagli anni 60 dei MAHATMA di RIETI

---------------------------------------------------------------------------
on Friday, June 7, 2002 at 03:35:18

citta: roma

nome: elfrida

oggetto: disco bellissimo

testo: EDOARDO VIANELLO ha pubblicato  uno doppio CD

"TUTTE IN UN COLPO.. naturalmente rifatte"

in vendita al prezzo di uno,dove, attraverso le Sue CANZONI DI SUCCESSO
e anche CANZONI INEDITE  completamente e straordinariamente riarrangiate, si
potranno riascoltare i primi quarant'anni di carriera di un Grande Artista
della Musica Leggera Italiana.

Il maialino ringrazia Elfrida per questa segnalazione e invita tutti a visitare il sito ufficiale
di Edorado Vianello ....ragazzi è da non perdere. Si possono anche ascoltare le sue canzoni più belle.

--------------------------------------------------------------------------
 (bluesman4u@netart-net.de) on Thursday, June 6, 2002 at 10:02:47

citta: Germany

nome: Carlo

oggetto: get of my cloud...

testo: Silvano (di  Milano) puoi lasciare il tuo indirizzo mails?
sono un tuo coetaneo, anche di MI, e in sintonia con i tuoi ricordi, per me e' stato "Tell me" e "Off the Hook" che mi hanno fatto "sballare" fino a tutt'ora...
Thanks,

Carlo

---------------------------------------------------------------------------
on Wednesday, June 5, 2002 at 18:37:31

citta: poggio renatico

nome: renato

oggetto: la milletrè

testo: Ciao,
mi commuovo sempre quando vedo simili siti...
I '60, Il più bel periodo di tutta italia, credo; il 61 (anno della mia nascita) vide l'arrivo delle auto "borghesi"; sono ancora oggi innamoratissimo della fiat 1300, perchè non lo so, non era niente: nè veloce, né originale, né sportiva, ma era la famiglia, era il viaggio, era lo star bene. Rimpiango i tram a Genova (mia città natale), Francoise Hardy e la milletré, queste ultime ben differenti da Madonna e la Stilo...
Ciao!

---------------------------------------------------------------------------
on Wednesday, May 29, 2002 at 22:39:12

citta: milano

nome: silvano

oggetto: i miei ricordi

testo: Ciao, sono del '50, ho letto con interesse e nostalgia i vostri articoli sugli anni 60/70.
La mia prima "folgorazione" musicale l'ho avuta a 14/15 anni ad una festa tra ragazzetti come si usava allora, ed il mitico pezzo era Get of my cloud dei Rolling Stones. Non mi interessavano piu' neanche le ragazzine della festa, ero impazzito per quei tre accordo mi/la/si con la rullatina in mezzo ad ogni cambio di accordi.
Da li' sono partito mi alzavo ogni mattina e alla radio c'era sempre un pezzo nuovo che mi faceva sballare.A 16 anni ho cominciato a suonare il basso nel mio primo gruppo.."I KRISS" Bene, da allora ad arrivare a 52 anni la musica non mi ha piu' abbandonato e ancora oggi, che pero' suono la chitarra ho un gruppo di altri 3 disperati come me e al giovedi' ci troviato in sala prove a suonare tutti i vecchi pezzi di allora. Animals, Wilson Picket, Santino Rocchetti (so che tu non credi) e altro Rock di allora. P.S. da circa un anno ho una nuova fidanzata, dolce, !
 incisiva,accattivante, che sfioro con rispetto e lucido dopo averla usata, si chiama......Fender Telecaster American Standard, la amo troppo.
Ciao a tutti, bravi, e .........meravigliosi quegli anni. Silvano.  

---------------------------------------------------------------------------
on Saturday, May 25, 2002 at 09:10:49

citta: milano

nome: maria

oggetto: umberto bindi

testo: desidero tantissimo ringraziarvi per aver parlato oggi della morte di umberto bindi,forse l`ultimo poeta della canzone
italiana insieme a gino paoli ( lunga vita a lui! ) ero una ragazzina negli anni `60 e cominciavo a sognare con le canzoni di bindi,la sua malinconia e la passione che si sentiva dentro ai suoi testi era la nostra di ragazzi che si affacciavano alla vita nelle piccole citta` di provincia come la mia...le feste semplici dove si portavano i dischi a 45 giri,le ragazze bruttine che facevano tappezzeria e non ballavano mai almeno non i balli "della mattonella",i primi batticuori per quel ragazzino che mi piaceva tanto...
oggi che ho due figli adolescenti come ero io allora, mi avete provocato un`ondata di teneri ricordi e per questo vi ringrazio e saluto bindi per le canzoni che ci ha regalato.
ciao

---------------------------------------------------------------------------
(sepe5@libero.it) on Wednesday, May 22, 2002 at 13:23:20

citta: napoli

nome: mary

oggetto: i mitici anni60

testo: salve!sono mary e ho 20 anni.volevo solo dire ke mi dispiace troppo nn essere nata in quei fantastici anni.erano davvero gli anni di miti,di contestazioni,anke di illusioni forse...ma e grazie ai giovani del tempo ke noi oggi godiamo di tutte le liberta  da quelle piu scontate a quelle piu concrete.amo quegli anni e sono anni ke sono sempre alla ricerca di materiali nuovi,a partire dalle foto delle proteste studenteske,dei concerti(woodstock),alle poesie di pasolini,le canzoni di guccini(che guevara e morto),di de andre,fino al situazionismo(filosofia di quel periodo),all uomo ad una dimensione di marcuse,e alla fantastika pop art.ragazzi ke dire...quello era tutto 1 altro mondo.kontattatemi se siete d accordo kon me...possiamo scambiarci opinioni!

---------------------------------------------------------------------------
Thursday, April 25, 2002 at 09:18:47

citta: napoli

nome: paola

oggetto: cerco

testo: possibile ke qui si parli solo di beatles??? ragazzi nn si vive di ricordi!!!io ho 20 anni e nn potrei parlare perkè nn ho vissuto i mitici anni 60 però nn mi va ke la nostra epoca sia snobbata!!!solo perkè nn c'è piu un gruppo pari ai beatles! cmq i tempi cambiano e con loro la musica e poi perkè tutti snobbano il repertorio italiano anni 60-70? molto interessante (per me)!  e appunto di quel periodo cerco il testo di una vekkia canzone:Vincenzo t'ammazzerei! canzone ormai introvabile!comè possibile ke nessuno si interessi più a queste nostre canzoni!se qualcuno sa di ki è sarei ben felice di saperlo grazie!
la mia meil è:    spina32@jumpy.it

---------------------------------------------------------------------------
(giuy81-2000@libero.it) on Saturday, April 20, 2002 at 11:26:06

citta: genova

nome: mariagiulia

oggetto: beatles

testo: ciao!!!  sono una fan dei beatles , ho 21 anni e mi chiamo mariagiulia , cercando altre notizie sui fab four per eccellenza i Beatles ho visto altri fan qui su maialino dei BEATLES. La passione mi deriva dai miei genitori che quando avevo poco più di un anno loro li ascoltavano e mi hanno trasmesso la passione!!! Li amo anche se non sono della mia epoca, sono fantastici!!!
vorrei se è possibile scrivermi con qualcuno che ha la stessa mia passione.

---------------------------------------------------------------------------
(bluesman4u@netart-net.de)

Ciao a tutti,
si, certamente potete aggiungere il mio indirizzo, absolut no problem! anzi
mi fara' molto piacere se ci sarebbe qualcuno che avrebbe interesse a uno
scambio di opinioni e ricordi  relativi a quell'epoca.  Io sono sempre alla
ricerca di "oscurita" beat di quel tempo, e tanto per raccontarvi qualcosa,
ho trovato dopo ben 35(!) anni qualcuno che ha notizie su un
complesso..hhmmhh..volevo dire band..insomma un gruppo inglese che faceva
furore al Piper Club, sia di Milano che di Roma, un certo Thane Russal che
come showman, allora, era molto, ma molto meglio di un Mick Jagger, era
troppo forte!! comunque son riuscito a trovare (thanks internet) una web
page con obscure garage songs of  british bands of the 60th, anyway ,mi son
scaricato "Security" di Thane Russal, e semplicemente miticaaa!    Ostrega..
Ho dovuto aspettare una vita per riascortarla...
Saluti da un vecchio Hippy in esilio.

Carlo

p.s.
solo una precisione sul concerto di Hendrix a Milano.. Jimi non ha potuto
suonare al pomeriggio perche gli avevano bloccato tutti gli instrumenti e
amplificatori all'aereoporto, per un sospetto di droga nascosta nelle
casse...( che altro ci si poteva aspettare dalla "pula" nostrana di
allora..) comunque ha suonato poi alla sera stessa e non il giorno dopo, io
ero la' ed ho aspettato dalla una di pomeriggio fino alle dieci  di sera,
quell'indimenticabile 23 Maggio 1968...
(bluesman4u@netart-net.de)

on Thursday, April 18, 2002 at 13:56:36

citta: dalla Germania

nome: Carlo

oggetto: Piper Club

testo: HEY Folks, ma chi ha scritto la mia biografia? Porka vakka..  ma a parte gli scherzi, io sono (si,si..sono ancora rimasto)un cappellone dell'era Paips, come si diceva una volta a Milano (non si sa' perke' ma la lingua inglese e' sempre stata un handycapp per gli italiani..)comunque COMPLIMENTI per sta' favolasa Home Page, mi ha fatto ritornare con la mia memoria ai tempi d'oro che non li ho mai scordati. Ma, una domanda;chi e' l'autore? perche' almeno non si firma? Ancora, TROPPO FORTE sti' racconti anni '60, ti giuro che li ho visti anch'io propio cosi (anche con le cologne estive, ero in un collegio a quei tempi..)
Anyway, tanti saluti da un Paiperino in esilio. Hey..scrivetemi ci possiamo scambiare qualche impressione.
Have a nice Day!!

---------------------------------------------------------------------------
(veronicabosch@libero.it) on Tuesday, March 26, 2002 at 11:04:50

nome: veronica

oggetto: aiuto!tesi

testo: ciao!
mi servono urgentemente info sul periodo della swinging london per lavoro di tesi.
musica moda arte architettura degli anni 60.
confido nel vostro aiuto per la ricerca di materiale.grazie v.

---------------------------------------------------------------------------
(leojunior74@hotmail.com ) on Thursday, March 21, 2002 at 13:04:46

citta: milano

nome: Matteo

oggetto: devo scrivere una tesi sui Beatles...

testo: ....e mi chiedevo se qualcuno mi può dare una mano....più particolarmente
sto cercando articoli di giornali dell'epoca ...

grazie a tutti
Teo
---------------------------------------------------------------------------

Thursday, March 14, 2002 at 22:12:51
nome: Andrea

oggetto: GRANDI

testo: CIAO...è LA PRIMA VOLTA CHE SCRIVO QUA......HO 16 ANNI E SO MOLTISSIME COSE SUI BEATLES.......SE VOLETE SCAMBIARE CON ME OPINIONI,IDEE O ANCHE SOLO COMPLIMENTI X I GRANDI BEATLES FACCIAMOLO QUI....ASPETTO RISPOSTA....CIAO

---------------------------------------------------------------------------

Thursday, March 14, 2002 at 19:31:37

nome: Giulia

oggetto: John Lennon

testo: Piccola premessa:non ho potuto scrivervi prima per problemi al computer.Le mie sono solo piccole riflessioni
spero di vederle nella sezione "beatles",magari con una fotina di John!

           Ricordo di un mito
8 dicembre 2001
é una gelida serata di dicembre.Sotto la finestra della mia camera passano due ragazze ridendo,ma benchè sia festa sono tutt'altro che felice.Oggi infatti è l'anniversario della morte di John Lennon.Sono passati ormai 21 anni,e ancora non mi sembra vero.Nella mia testa si accavallano mille pensieri,la sua storia,il suo sorriso,quel suo modo di fare un po provocatorio.
La musica mi distrae,Paul attacca con Let it be.Mi vengono le lacrime agli occhi,una"gocciolina"salata si staglia sul davanzale
é strana la vita,John è morto prima che io nascessi,e ora mi trovo qui a piangere per lui.Ma anche se ho solo 17 anni mi sento di dire che le sue canzoni,lui,han segnato la mia vita,ho capito che bisogna accettarla cosi,per quella che è,credere nei propri sogni ed insistere,perchè cambiare il mondo non è possibile.Quindi grazie dolce John,grazie per la tua musica,grazie per le tue idee,grazie per aver creduto nel tuo sogno e per averci fatto sognare.Addio,anche se la tua storia non è !
 ancora finita,le tue parole sono sempre nel cuore di ognuno di noi,e forse un giorno IMAGINE sarà una realtà.
     Giulia

---------------------------------------------------------------------------

---------------------------------------------------------------------------

nome: Andrea

oggetto: Mai nessuno dopo loro

testo: Mai nessuno dopo loro... Mai nessuno come loro... Quattro ragazzi che scossero il mondo...
Vi voglio bene, grazie di tutto!

---------------------------------------------------------------------------

nome: Sabrina

oggetto: perchè non c'ero ?

testo: Molto semplice sono nata 20 anni dopo, a parte gli scherzi chi ha scritto queste cose ?
Ha fatto morire dal ridere e anche un po sognare me e mio fratello che ha quasi 30 anni, nstro padre è un ex 68ino, però tutte queste sfumature non ce le ha mai raccontate, possiamo sapere chi le hascritte ? Adesso è un personaggio conosciuto ?
Basta con le domande, siete mitici.
Baci baci ..sab

---------------------------------------------------------------------------

nome: annina

oggetto: anni 60

testo: per monica: la canzone "Arriva la bomba" è cantatda Jhonny Dorelli.
per Federico: la canzone cantata da Gino Santercole e Celentano è "The eve of destruction" .
sono una ragazza degli anni 60 e leggendo le vostre mail capisco ancora di piu' che sono stata privilegiata a vivere quegli anni.
anni bellissimi, intensi e musicalmente assolutamente inimitabili!  ciao a tutti.

---------------------------------------------------------------------------
nome: Francesca

oggetto: Somethin' stupi di Frank Sinatra

testo: Buongiorno a tutti.
innanzitutto vorrei farvi i complimenti per il vostro sito, per la parte dedicata alle canzoni degli anni 60/70.
Quello che vi chiedo è, per favore, di mandarmi il testo "Somethin'stupid" di Frank Sinatra.....non rieso a trovarlo...ho il disco "my way the best of Frank Sinatra". Vorrei canticchiare, mi piace tanto...e non posso....ho navigato in molti siti...ma niente!!!
grazie, se potrete aiutarmi.
A presto e buon lavoro
Francesca

eccolo:    http://www.maialino.it/musica/testi_new_entry.htm#017
---------------------------------------------------------------------------
nome: raffaele

oggetto: testi

testo: Grande sito!! Grazie per tutti i testi degli anni sessanta, finalmente mi posso sfogare un po
con il mio piano, non potevo mai trovare le parole e adesso grazie a voi alleluia!!
Mica avete un po di musica di Karaoke degli anni sessanta. Se cerco troppo scusami!
Raffaele da Boston

A presto!
---------------------------------------------------------------------------

nome: Luigi

oggetto: Titolo canzoni

testo: Sapete il titolo e/o l'interprete di una canzone che fa circa così:
ho cantato, ho cantato, per i compagni d'avventura, ho cantato sotto i ponti per un piatto di minestra.........
e poi non me la ricordo più
graziu
---------------------------------------------------------------------------

nome: Beatrice

oggetto: THE BEATLES

testo: L'urlo iniziale in REVOLUTION (versione single) è del mitico Paul(eh che voce,un urlo stupendo,da brivido!!!).John ha avuto due figli maschi:il primo è nato lunedì 8 aprile 1963 alle 19.45,dalla prima moglie di John,Cynthia Powell ed è stato battezzato John Charles Julian Lennon.Il secondo figlio,avuto dalla seconda moglie Joko Ono,è nato il giorno del 35° compleanno di John,cioè il 9 ottobre 1975,si chiama Sean.
Ringo invece,ha un figlio con la prima moglie,Maureen Cox,nato il 13 settembre 1965,si chiama Zak.E una figlia,sempre con la prima moglie(per chi non lo sapesse adesso è sposato con Barbara Bach,un'attrice),si chiama Lee Parkin Starkey,nata l'11 novembre del 1970.
Lady Madonna è cantata da Paul,mentre With A Little Help From My Friends e Yellow Submarine sono cantate da Ringo,ma composte da Lennon/McCartney.Ringo nella carriera dei Beatles ha scritto due canzoni:Don't Pass Me By e Octopus's Garden(molto belle entrambe),però si è rifatto poi da solista. Ha fatto parecchi dischi...non è il caso di elencarli.Spero di essere stata esauriente. Se ai nani non dà fastidio,potete chiedermi quello che volete.Sui"mitici" sò proprio tutto,tutto,tutto.Ciao,Ciao. Bea
---------------------------------------------------------------------------

nome: Beatrice

oggetto: THE BEATLES

testo: Vi prego scrivetemi!!! Email:lucyintheskywithdiamonds@supereva.it
Vi scongiuro,davvero,sono disperata!!!
Non conosco nessuno che adori la vera musica(50-60e dai anche 70),come me.Una tristezza...sono troppo giovane!!! I miei coetani(ho 16(17 il 21 febbraio)anni)ascoltano solo quella robaccia di oggi,e hanno pure il coraggio di criticare la "mia" musica!!! allora,sottolineo che adoro da impazzire i BEATLES(sia insieme che solisti),però amo anche i Rolling Stones,Dylan,i Beach Boys,Elvis,Pink Floyd,Berry,Paul Simon(and Garfunkel),i Jefferson Airplane...ehm avrò sicuramente dimenticato qualcuno,vabbè comunque avete capito. Perfavore,scrivetemi!!! Non fate finta di niente,eh,ho visto che ci sono persone della mia età che hanno la mia stessa passione,perciò non fate li gnorri.
Almeno tu,Giulia,scrivimi,mi farebbe davvero molto piacere. Grazie per l'ascolto. LOVE AND PEACE!!!Bea
---------------------------------------------------------------------------

nome: monica

oggetto: cerco

testo: chi canta la canzone anni 60/70 italiana (ritornello)
questa è la bomba vedrai che rimbomba
in questo periodo anche sottofondo di uno spot in tv

---------------------------------------------------------------------------

nome: Federico

oggetto: Titoli originali di due canzoni.

testo: Vorrei sapere i titoli originali di queste due canzoni:
Questo vecchio pazzo mondo che era cantata da Gino Santercole e Celentano;
e l'altra cantata da Remo Germani: Baci.
Quest'ultima l'ho sentita recentemente a Radio grp di Torino, in versione originale, ovviamente straniera.
Ringrazio anticipatamente, Isabello Federico,

---------------------------------------------------------------------------

cognome: Mc Cartney

nome: Mark

oggetto: commento

testo: Ciao a tutti mi chiamo marco e oggi il 23 dicembre 2001 per caso sono arrivato su questo sito e dopo aver letto gli articoli e aver visto le foto sulla morte di PAUL sono rimasto sconcertato Paul è il mio mito e io desiderei tanto conoscere lui  prima della sua morte ma dopo questo il mio desiderio sento che sta svanendo piano sono innamorato degli anni 60' della loro magia del loro pensiero e spirito cosa darei per averli vissuti l'unica cosa è questa notizia che mi ha sconcertato POTETE IN QUALCHE MODO FARMI INCONTRARE UNO DEI BEATLES CHE RIMANGONO???????????? ah un altra cosa POSSEGGO UNA BACCHETTA DI RINGO STAR GRAZIE A MI ZIO CHE AD UN CONCERTO é RIUSCITO A PRENDERLA DOPO CHE RINGO L'HA LANCIATA!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!(COME FACEVA NEI SUOI CONCERTI!!!!!!!!!!!!!!!!)un triste saluto MARCO

---------------------------------------------------------------------------

nome: Laura

oggetto: anche lui...

testo: Che grande amarezza che ho nel cuore... è venuto a mancare anche lui. Dopo John anche George lascia questa terra. Vi starete chiedendo cosa se ne può fregare una ragazza di 20 anni che non era nata neanche quando John fu ucciso?! Ascoltando "my sweet lord" vi dico che ho un amore profondo per questo mito di tutti i tempi. Adoro quei quattro ragazzi che facevano impazzire milioni di persone canticchiando quelle canzoni che nella loro semplicità raccoglievano una magia unica e immortale. Perchè non sono potuta nascere qualche decennio prima?
George rimarrai sempre nei nostri cuori...
---------------------------------------------------------------------------

Salve!
Sono Laura, ho 20 anni e vi scrivo da Napoli. Ho trovato questo indirizzo e-mail nel sito e spero non vi dispiaccia se vi scrivo.
Mi farebbe piacere parlare con qualcuno che condivide la mia stessa passione: io adoro i Beatles e credo siano un pezzo fondamentale
nella storia della musica. Amo le loro canzoni che ascolto spesso, guardo le videocassette che raccontano la loro storia e le loro interviste.
In questo momento sto ascoltanto "my sweet lord"... non ci volevo credere ieri quando ho sentito la notizia al telegiornale! Un altro mito
scompare e lascia questa terra, il secondo. E poi stasera girando per le pagine web vengo a sapere di una leggenda che narra la presunta
morta di Paul e del fatto che sia stato sostituito da un'altra persona che per somigliargli si è sottoposto ad un intervento di chirurgia estetica.
Non ci posso credere... vedere tutti quegli indizi nelle foto mi fa venire i brividi!
Bhè volevo solo farvi sapere che, nonostante come voi abbiate detto molti giovani sappiano a stento solo il nome di questo eterno mito,
io li ricordo con grandissimo affetto, emozionandomi ogni volta che ascolto una loro canzone o vedo una loro clip. Quanto avrei voluto
essere vissuta in quegli anni! Invece sono nata solo dopo la morte di John... E il fatto che adesso sia venuto a mancare anche George mi
riempie il cuore di amarezza...
Spero vogliate rispondermi, grazie
Laura

---------------------------------------------------------------------------

nome: hello

oggetto: GOOD BYE

testo: PERCHè SI SONO PORTATI VIA GEORGE NON è GIUSTO CHE SIA MORTO STAVA SOFFRENDO SI MA NON LUI NO.COMUNQUE LUI RESTERà NEI NOSTRI CUORI SARà RICORDATO INSIEME A JOHN.

---------------------------------------------------------------------------

nome: Davide e Cristina

oggetto: George

testo: Noi abbiamo 17 anni, abbiamo cominciato ad amarli sentendo la loro musica.
George rimani nei nostri cuori per sempre ... e abbiamo le lacrime agli occhi.
---------------------------------------------------------------------------
nome: GENGI

oggetto: HELP!

testo: HELP!HO UNA GRANDE CONFUSIONE IN TESTA RIGUARDO I BEATLES;SPERO CHE QUALCHE BUONA PERSONA CHE SI INTERESSI A LEGGERE QUESTA LETTERA RISPONDA AD ALCUNE MIE DOMANDE!
JOHN LENNON HA MAI AVUTO FIGLI??CHI CANTA YELLOW SUBMARINE,LADY MADONNA,WITH A LITTLE HELP FROM MY FRIENDS?RINGO STARR HA MAI AVUTO FIGLI? E HA MAI CANTATO CANZONI?
CHIUNQUE SAPPIA RISPONDERE A QUESTE DOMANDE (SINCERAMENTE)SCRIVA GENGI88@HOTMAIL.COM

---------------------------------------------------------------------------

nome: Lola

oggetto: Ricordi

testo: Sebbene sia nata nel 1964, era il 68 ed ero presso una parente, forzatamente lontano da mia madre per suoi gravissimi problemi di salute. Sebbene avessi 4 anni, dal juke-box dell'unico bar di quel paesucolo di montagna, ricordo Dino che cantava "Simone Simonette" e Claude François che cantava "Se torni tu". Ho riascoltato quelle canzoni dopo 31 anni!

Grazie alla rete.

Chiunque avesse mp3 anni 60/70 da scambiare sappia che qua c'è un archivio di 3.000 mp3, oltre la metà di quegli anni.

CIAO AMANTI DEGLI ANNI 70

LOLA

---------------------------------------------------------------------------

nome: Lola

oggetto: Anni 60/70

testo: Sono eternamente innamorata degli anni 70, che contraddittoriamente a quello che sembra sono nati negli anni 60. Si! Per venti, costume, musica, società, posso asserire che gli anni 70 sono nati alla fine degli anni 60 e sono terminati tra il 75 e il 77.

Chiunque sia un/una vero/a nostagico/a di quel decennio (66/67 - 75/76) mi contatti. Ho grandi idee per la testa e su internet al proposito NON C'E' NULLA.

Anche chi ha materiale foto/video/audio mi faccia un segnale. posso scambiare oltre 1500 mp3 di quel periodo e centinaia e centinaia di foto di moda.

Attendo

Ciao - LOLA

lola_fox@yahoo.com

---------------------------------------------------------------------------

nome: soulkey

oggetto: nostalgia

testo: Ebbene si,sono nostalgica di un periodo che non ho vissuto ma che amo, bella musica, ideali, miti,
ragazzi con un sacco di STILE.

---------------------------------------------------------------------------

nome: Jennis

oggetto: dubbi

testo: io ho già scritto qui ma avrei dei dubbi da chiarire:chi ha fatto l'urlo iniziale di revolution?
(se riuscite a rispondere scrivetelo)chi canta lady madonna e yellow submarine?e john lennon ha mai avuto figli?
Questi sono i  miei dubbi.
                        grazie
---------------------------------------------------------------------------
nome: lorenzo

oggetto: informazioni

testo: Ciao,
è la seconda volta che vi scrivo oggi, scusate ma sono logorroico.
Adesso mi sto stampando tutto il vostro materiale così me lo posso leggere tranquillamente.
Ma chi è che l'ha scritto? L'autore è molto simile nello stile e nei gusti a Beppe Severgnini(un grande).

---------------------------------------------------------------------------
nome: Lorenzo

oggetto: Hey girls and boys i need you

testo: Ciao a tutti i fans dei mitici beatles,
sono Lorenzo e ho 22 anni, scrivetemi perchè muoio dalla voglia di parlare con qualcuno che abbia i miei stessi
( modestemente) fantastici gusti.
Hello,goodbye!
---------------------------------------------------------------------------
nome: Giulia

oggetto: BEATLES BEATLES BEATLES BEATLES......................

testo: Ciao ragazzi,vi ricordate di me?!?!?!Come al solito il vostro sito è stupendo,e questa rubrica è favolosa!!Ho letto messaggi di altre ragazze,piu o meno della mia età con la mia stessa passione x gli anni '60 e x i MITICI FAB FOUR!!Volevo chiedervi un favore,non è che potreste mettermi in contato con loro eh?!mi farebbe davvero piacere!!va be,fatemi sapere!!un bacione -giulia- parma-

---------------------------------------------------------------------------
cognome: Lennon(magari)

nome: Beatrice

oggetto: THE BEATLES

testo: Sono talmente felice di aver trovato questo sito stupendo che potrei anche prendere il volo!Sentite,io sono una poveretta di 16 anni che ha sbagliato epoca,potreste aiutarmi? Help!!!I need somebody...si,ho bisogno di qualcuno...come me!purtroppo,lo so, non c'è rimedio.Fortunatamente,a quanto pare,non solo l'unica. Va beh,credo si sia capito che adoro i Beatles (fino al midollo). Cmq, come Giulia, apprezzo anche Elvis, C.Berry...insomma la musica anni 50-60. Rigorosamente staniera! La musica italiana (o spagnola o altro) non mi attira, escludendo ovviamente il grande Battisti e Mina.Per ora,termino qui,poichè non vorrei annoiare troppo i lettori(scherzo!). Goodbye. P.S:se il sito è stupendo lo sono sicuramente anche le persone che l'hanno creato. Chiunque sia...siete mitici!!! Grazie!Bea.
---------------------------------------------------------------------------
nome: Jennis

oggetto: scusate

testo: Scusate ma io non riesco ancora a capire chi è Brian Epstein ?  e che cosa faceva?

( Brian, chiamato anche Eppy, era il manager dei Beatles e faceva tutto quello che fa un manager. Ciao Jennis e a presto )

---------------------------------------------------------------------------
nome: Jennis

oggetto: salve

testo: Salve ho 13 anni e ascolto molto i gruppi anni 60-70 quando ascolto alcune canzoni di questi gruppi mi sento come se nn esistessi come per esempio i beatles alla maggior parte della gente fanno schifo nn sanno neanche cosa dicono anche i wings sono un gruppo quasi dimenticato ma i beatles no perchè hanno fatto parte di una storia e nei nostri cuori anche se nn si ammette che sono belli in fondo a  qualche persona piacciono.

---------------------------------------------------------------------------

cognome: francys

nome: red

oggetto: Dopo vent'anni.........

testo: Dopo ventanni sono tornato a Vezzano Ligure, un paese vicino La Spezia e ho ritrovato delle care amiche,con le quali ho passato gli anni legati alla mia adolescenza. Abbiamo scoperto insieme che i ricordi più profondi e più belli sono associati a canzoni di cui oggi ricordiamo ancora perfettamente i test,e trattandosi degli anni che vanno dal 75 all'85 caratterizzati dalle canzonette estive, non mi sembra cosa da poco.Il mio nome è Francesco nato nel 63 e sono un fervido Gucciniano, chi a dei ricordi o interessi da condividere? Ciao a tutti.  

CIAO,
SONO FEDERICA, HO QUASI 18 ANNI E SONO UNA MANIACA DEI MITICI FAB FOUR!!!VI RINGRAZIO PER GLI ARTICOLI PUBBLICATI SUI BEATLES,MI HA FATTO PIACERE LEGGERE LE LETTERE DI DUE RAGAZZE CHE AMANO IL QUARTETTO DI LIVERPOOL,PENSAVO DI ESSERE L UNICA AD ASCOLTARE LE LORO CANZONI ALLA MIA ETA,ORMAI MAGGIORPARTE DEI RAGAZZI NON SANNO NEMMENO CHE ESISTONO!!!
VORREI CHIEDERVI UN FAVORE,SE E POSSIBILE POTREI AVERE GLI INDIRIZZI E MAIL DI GIULIA E VIRGY?MI FAREBBE MOLTO PIACERE CORRISPONDERE CON LORO E LA PRIMISSIMA VOLTA CHE TROVO RAGAZZE CON QUESTA PASSIONE PER LA MUSICA DEGLI ANNI 60/70,MENO MALE CHE QUALCUNA NE E RIMASTA!!!!!VI SUPPLICO RISPONDETEMI,QUESTA E LA MIA E MAIL:
..............@tin.it
grazie mille
ciao federica...
---------------------------------------------------------------------------
nome: Erika

oggetto: io non c'ero ancora...

testo: Ciao io npn c'ero ancora e i miei genitori neanche si conoscevano e comunque anche loro erano troppo giovani, cmq tutte le canzoni di questi anni mi hanno accompagnato durante tutta la mia infanzia e vedere che c'è qulcuno al mondo  a cui è interessato raccogliere tutto questo materiale non può farmi che piacere!!!
Grazie un bacio Erika
---------------------------------------------------------------------------

nome: luisa

oggetto: magari esserci stata...

testo: Nn ricordo nulla degli anni '60 x il semplice motivo che in quel periodo ero ancora...un concetto..un kerubino in cielo..insomma..nn c'ero.
Peccato.L'ho sempre detto:se rinasco rinasco sessantottina; ma sessantottina convinta però..una da prima linea..no uno dei tanti cretini che ripetono ciò che qlc inculca loro..
O se rinasco rinasco Chichina Ferreyra..
---------------------------------------------------------------------------
nome: alessia

oggetto: ciao

testo: volevio sapere se avete cose piu moderne
e poi la vostra età
---------------------------------------------------------------------------
A tutto lo staff: ad entrambe le cose...so che e` pesante fare l´uno
e seguire ( o mantenere update il tutto ) .
Comunque se c´e la fate continuate ...state facendo qualcosa di bello. bravi
Ciao di nuovo
Paolo
---------------------------------------------------------------------------
Mi chiamo Giulia e ho solo 16 anni.Ho letto tutto,dagli anni 50 al 69,ed è veramente bello!!!!!!
darei tutto x aver vissuto quegli anni meravigliosi!la parte sui Beatles (ke adoro) è stupenda!complimenti!
ciao
---------------------------------------------------------------------------
Hello

I heard a recording of an (old ?) song called Tintarella di Luna in a film on the television lately.
Do you know where i kan get hold of the original recording of this song ?

Best regards
Hans Petter
---------------------------------------------------------------------------
ciao ragazzi
vivo in svizzera avrei una domanda!!!!!!
cerco il brano di caterina caselli ( nessuno mi puo giudicare) non riesco ad trovarlo.....
magari vedendo tutte le canzoni da voi sotto (anni 60).......
domanda esiste la possibilita di ordinare il CD con le canzoni da voi proposste sotto (testi anni 60) se si
come dovrei fare per averlo è quanto costerebbe???
pino
---------------------------------------------------------------------------

bravi e complimenti
keep on trying

ciao Paolo


Ritorna agli anni 60