maialino.it

 

Libri Cinema Gossip Animali Cartoni Foto Musica Home

I favolosi anni 60 ? Direi di Si

Iniziano gli anni '60

transistorInizia il boom economico, nelle case si cominciano a vedere televisoni, frigoriferi, e per chi osa qualche transistor. Dicesi transistor la radiolina appunto con i transistor anzichè a valvoloni e poi funzionavano a pile. Incredibile.

La libidine era quella di poterle tenere in mano mentre camminavi o addormentarsi la sera con il transistor sotto le lenzuola.

Dopo le elementari la scelta per il proseguimento negli studi era tra le medie e l'avviamento professionale.
Non ho mai capito in base a quale scelta si doveva decidere. In teoria doveva essere che chi optava per l'avviamento, finito il triennio doveva andare a lavorare subito, gli altri potevano anche continuare gli studi, o far finta di continuare a fare un cazzo.
Qualcuno per me, aveva deciso per le medie.
Il primo anno segato alla grande, bocciato subito, la prossima volta decido io.

I professori dicevano la solita menata: " Il ragazzo è intelligente, sveglio ma non si applica".
Mai nessuno che diceva:  "guardi signora suo figlio è una testa di cazzo, lo mandi a lavorare ".
Nel mio caso però non mi applicavo, e poi grande svolta: la classe era mista, maschi e femmine insieme, bellissimo
Cominciavi ad accorgerti che ti piacevano le ragazze ma non capivi perchè.

Classi da 40 ragazzi e per i professori era un dramma tenerci a bada tutti, ma 4 ore filate di italiano avrebbero spezzato le ossa anche al più secchione.

L'unico divertimento era l'ora di ginnastica, con tutti quegli attrezzi mai visti, e per le femmiine l'ora di Educazione Domestica, chissà cosa spiegavano poi in quell'ora, dove tutti i maschi da una parte e le femmine dall'altra.

Nel febbraio del 1961 i Beatles, con ancora Pete Best alla batteria, suonano per la prima volta al Cavern Club di Liverpool, ma in Italia, almeno per me e per gli amici, dobbiamo aspettare il 1963 per scoprirli in pieno.

Ripeto la prima media e stavolta alla grande non ci sono problemi, anche perchè mio padre mi aveva promesso che mi avrebbe spezzato tutte le ossa se fossi stato ancora segato. E io furbo gli ho obbedito.

Gita scolastica sul Garda, a vedere le grotte di Catullo e il Vittoriale e lì sul pulmann ho comnciato a capire che le ragazzine mi piacevano proprio tanto. Non avrei mai più smesso di adorarle. E poi c'erano Valeria e Daniela che mi facevano impazzire.

L'estate la passavamo a Milano, all'oratorio, a ingozzarci di gommoni e stringhe alla liquirizia.
Con  50 lire andavi avanti tutto il giorno, è che purtroppo in tasca non sempre c'erano le 50 lire da spendere.

 


Elton John, Candle in The Wind, Scritta per Marylin ...Norma Jean

marilynIl 4 agosto 1962, Norma Jeane Baker viene trovata morta nella sua casa in California. Il mistero della sua morte non verrà mai risolto.

Scompare un mito. Grazie per esserci stata dolce e fantastica Marilyn.

A settembre in Abbey Road presso gli studi della EMI, George Martin finisce gli arrangiamenti di " PS I Love You e Love me do ".

Da notare che il Sig. Martin, alla batteria, anzichè Ringo, volle un turnista esperto, un tale Andy Withe.

Negli Usa un certo Robert Allen Zimmerman finisce di registrare un pezzo che sarà la guida di una generazione.

Blowin' In The Wind, Bob Dylan stava arrivando.

 

A scuola quella mattina del novembre 1963, anziché stare ad ascoltare la lezione di italiano, cosa che capitava comunque spesso,  noi maschietti parlavamo di una trasmissione televisiva TV7 che c'era stata la sera prima.

Se non abitavi a Venezia, a quei tempi c'era solo un canale  e, o guardavi la televisione o andavi a dormire, certo potevi stare anche a guardare la televisione spenta, ma capitava raramente.

Comunque mio padre si addormentava regolarmente davanti, mia mamma sempre dietro, non ho mai capito perchè.

john lennon e george harrison- Hai visto ieri TV7 ? Quei quattro inglesi che hanno suonato davanti alla Regina ? Fantastici incredibili, e hai visto tutte quelle ragazze che si strappavano i capelli ? Ma come si chiamano, te lo ricordi ?

E il solito pirla: chi le ragazze ? Ma no animale loro ...quelli che suonavano.-

Dopo qualche settimana l'esplosione.
Tutti noi sapevamo già i loro nomi e soprattutto come si scriveva Bitols.

Io il giradischi non l'avevo, per cui andavo a casa di un amico " ricco " ad ascoltare i loro primi 45.


 

La chitarra la strimpellavamo male un po' tutti, e quindi pomeriggi interi a trovare gli accordi di Please Please Me, di studiare l'Odissea non se ne parlava proprio.

- E chi se ne frega se domani c'è la versione in classe di latino, scusa ma tu non hai un amico che ha il Gelosino ?
Cazzo chiamalo e digli di prestarcelo, così ci registriamo e possiamo sentirci.-

gelosino
Il Gelosino era un registratore con i tasti colorati, chiamato cosi perchè la casa costruttrice era la Geloso.
Rosso per registrare, Verde per ascoltare, Grigio per tornare indietro e Giallo per non mi ricordo.
Comunque il suo dovere lo faceva molto bene. Registrava

Il " padrone " del Gelosino era un ragazzo che ti metteva addosso l'ansia, praticamente un  pettinato della madonna. Praticamente un ricco.

- Devo chiedere il permesso a mio papà, lui ci registra i suoi appunti per il tribunale, e poi comunque non posso certo portarlo fuori casa, non mi darebbe mai il permesso.
- Allora veniamo a casa tua, scusa che problema c'è ?

Il problema c'era. Quando siamo entrati in casa 3 amici, 3 chitarre, dovevamo camminare o meglio strisciare con le pattine, ma chi le ha inventate le pattine ? Non di certo qualcuno che che voleva fare musica.

- Come funziona questo coso ? No ragazzi se me lo rompete mio padre mi ammazza.
- Da piccolo doveva ammazzarti bestia, possibile che non ti sei fatto spiegare dal tuo paparino come funziona ? Credevi che noi venivamo a casa tua per farci un giretto sulle pattine o vedere quel cesso della tua sorellina piccola ?

La nostra prima registrazione era stata rimandata, come quasi tutti noi almeno in tre materie.

Quell'anno, il 1963,  per la prima volta andavo in vacanza al mare " da solo ", nel senso che fino a prima ero stato in colonia con il comune o con le suore. Avete mai fatto una vacanza con le suore ? Che vita da inferno.

La famiglia di un carissimo amico si era offerta di portarmi al mare con loro, Spotorno, Liguria, Italia.

Io e l'amico avevamo il permesso di uscire alla sera e per noi era una cosa incredibile, eccezionale, ti dava un senso di libertà pazzesco anche se l'orario del rientro era inderogabilmente fissato per le 23, massimo 23 e cinque.


Adriano Celentano in Stai Lontana da me

I tredicenni non li facevano entrare nei locali da ballo, pertanto aspettavamo fuori non si sa bene cosa.

minaMa era bello poter vedere i più grandi e soprattutto le più grandi, tutte pettinate come Mina

Una cosa mi stupiva, dall'esterno non si sentiva neanche una canzone dei Beatles e allora me la tiravo un po' pensando: ecco neppure questi hanno " trovato " gli accordi.

 


Il gruppo in sala aveva " trovato " invece gli accordi delle canzoni di: Jula de Palma, Celentano, Peppino di Capri, Perez Prado con Mambo Number 5.

I Fab Four, il 3 agosto 1963 suonano per l'ultima volta al Cavern.
Nessuno di noi pensava alle materie che doveva rimediare a settembre.

Anche John Lennon era stato rimandato più volte. ... Per cui sai che ce ne frega.

 


E poi l'estate era talmente estate.                                           ... Continua

Ritorna

copyright maialino.it